Numeri e statistiche su Facebook Commerce

f commerce

in ecommerce

Ci sono tre tipi fondamentali di f-commerce:

  1. su Facebook  – i veri e propri f-stores;
  2. sul web – tramite l’uso degli Open Graph di Facebook/ i social plugins /i negozi vetrina su Facebook collegati al negozio online;
  3. nel raccordo tra negozio tradizionale e Facebook – sempre usando i social plugins, gli Open Graph di Facebook e portando offerte e promozioni dal negozio tradizionale a  Facebook.
I dati qui riportati sono stati presi da Social Commerce Today, vanno presi con una normale cautela, ma indicano una vera tendenza, su cui riflettere ed attrezzarsi.

PRIMO GRUPPO – Facebook è già una valida piattaforma di retail.

  • I primi tre marchi su Facebook per numero di fan – Coca Cola, Starbucks e Disney, vendono già su Facebook.
  • Secondo Forrester Research il tasso di conversione medio di un negozio su Facebook viaggia tra il 2 ed il 4 percento.
  • 650 mila dollari ha perso il titolo Netflix (una società di noleggio dvd) quando Warner ha aperto un noleggio in streaming su Facebook nella primavera 2011.
  • 1000 pannolini all’ora venduti sul negozio Diapers.
  • Ogni settimana Asos aggiunge 1300 articoli al suo negozio su Facebook.
I numeri sono importanti, si riferiscono a realtà consolidate negli Stati Uniti e ad aziende di grande spessore, non comparabili con la piccola e media azienda italiana. Si potrebbero aggiungere anche altri dati, ma non cambia la sostanza delle cose. Facebook è un vero e proprio ecosistema, dove la vendita di prodotti e servizi trova un suo spazio e cresce.

SECONDO GRUPPO – Facebook muove traffico per l’ecommerce.

  • il 67% dei rivenditori pensa di aprire una vendita su Facebook.
  • 25% è la percentuale di utenti che postano link verso prodotti e servizi.
I rivenditori pensano che valga la pena aprire una vendita su Facebook perché qui ci sono i consumatori, i consumatori promuovono  comunque prodotti e servizi in modo naturale con i loro commenti, la pubblicità su Facebook ha caratteristiche intrinseche che apprezzate dalle aziende. La conseguenza naturale della convergenza di interessi, persone e traffico,  è l’aumento degli scambi commerciali.

TERZO GRUPPO – Facebook è un posto dove ci sono i consumatori.

  • 1 a 3 è la proporzione del tempo speso online su Facebook dall’utente medio Facebook.
  • 7,9 utenti al secondo è la crescita di Facebook nel 2010.
  • il 50% degli utenti Facebook accede almeno una volta al giorno.
  • Ogni utente medio è connesso ad 80 elementi tra pagine, gruppi ed eventi.
Facebook cresce, si consolida, innova a dispetto delle profezie di sventura. In realtà piace, le persone si trovano, scambiano quattro chiacchere, è una piazza insostituibile per moltissimi.

QUARTO GRUPPO – Facebook vive sul passa parola

  • Il 75% degli utenti Facebook fa click su un brand.
  • 30 miliardi e più sono i contenuti condivisi ogni mese su Facebook -web links, post di blog, note, foto…
  • Ogni utente crea in media 90 contenuti al mese.
  • Ogni utente ha i media 130 amici con cui scambia contenuti.
Il meccanismo è evidente per ogni persona che usi Facebook.Lo stesso algoritmo Edge Rank che, in qualche modo, regola la visibilità dei contenuti, funziona con la stessa logica dei rapporti quotidiani. Nessuno può essere connesso costantemente con tutti i propri conoscenti nello stesso modo ed i legami si basano su prossimità, affinità e tempo.

QUINTO GRUPPO – Facebook costruisce fedeltà sul brand.

  • Un fan di un marchio spende il 117% se comparato ad un non-fan del brand.
  • Il 17% degli utenti che cliccano mi piace si dichiarano più propensi all’acquisto.
  • La probabilità che un cliente che ha cliccato “mi piace” comperi, è del 51%.
  • Il 28% dei clienti che cliccano “mi piace” sono disposti ad ri-acquistare il prodotto.
  • Il 40% di coloro che cliccano “mi piace” gradirebbero ricevere sconti e promozioni.
  • Se si usa Facebook come strumento di registrazione, esse aumentano dal 30 al 2000 per cento.
  • Usare i commenti di Facebook aumenta le recensioni e le interazioni degli utenti dal 15 al 100 per cento.

SESTO GRUPPO –  le aziende accelerano nell’adozione di f-commerce

  • Più di 2,5 milioni i siti che hanno integrato Facebook nella loro struttura.
  • Più di 2 milioni i siti che usano i social plugins di Facebook.
  • Ogni giorno sono 10 mila i siti che aggiungono i social plugins.
  • il 76% dei retailers pensano di promuovere iniziative di social commerce di vario genere, non solo aprire un negozio su Facebook.
Anche in questo caso va fatta una distinzione tra chi usa una integrazione superficiale di Facebook e coloro che la spingono in profondità e la seguono con molta attenzione. E va detto che c’è anche chi sembra aver capito le cose in modo sbagliato e fa cose che gridano vendetta…

SETTIMO GRUPPO – F-commerce è proiettato al futuro.

  • Chi usa Facebook sul mobile è due volte più attivo di chi usa solo il desktop.
  • Il traffico di Internet mobile è monopolizzato per il 50% da Facebook.
  • 550 mila sono le applicazioni disponibili su Facebook.
  • Sono il 44% il numero dei rivenditori che pensano di usare Facebook per il lancio di nuovi prodotti e promozioni.
La crescita di internet mobile è sotto gli occhi di tutti ed Internet è nelle tasche dei consumatori.
E’ aperta la battaglia per diventare il sistema operativo della rete, con tutte le implicazioni del caso…

 

email
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

statistiche su facebook, internet e numeri e statistiche

Leave a Comment

{ 2 trackbacks }

Previous post:

Next post: