L’espansione dei Daily Deals – le offerte del giorno

daily deals

in style on the spot

I siti di offerte immediate hanno il vento in poppa. Per alcuni sono il sintomo di una crisi dei consumi che spinge a cercare le offerte più convenienti, per altri sono un aspetto del divertimento del consumatore che va a caccia di offerte. Io credo, più semplicemente, che siano solo la ripresa in chiave diversa delle possibilità che si creano con promozioni ed offerte: strategie di promozione diretta che flirtano con la tendenza iperlocale.

Groupon, capofila di questa famiglia di utilità, registra perfomance elevatissime, sia negli Stati Uniti che nei Paesi dove è presente.

Non sono tutte rose e fiori.
Commercianti troppo zelanti e commercianti troppo ingenui, se non fanno bene il loro conto economico e conto opportunità, rischiano di soffrire,  e molti consumatori lamentano poca soddisfazione. Ma è indubbio che sia in grande crescita la parte dei soddisfatti e di chi si affeziona a questo modo di acquistare prodotti e servizi a prezzo scontato.

Un modello legato alle città?

I dati disponibili attualmente si riferiscono agli US,  e non conosco dati di penetrazione in Italia. AdAge pubblica un articolo dove afferma che il risultato è legato alle grandi città e la stessa cosa afferma Nielsen in una ricerca pubblicata il 26 aprile.
Potrebbe essere la stessa cosa in Italia.
In fondo la penetrazione è sempre legata principalmente ad una attività di vendita diretta e se gli sforzi messi nella periferia fossero anche uguali a quelli messi nelle aree metropolitane, il risultato sarebbe sempre inferiore, proprio per una questione di densità e di bacino di utenza potenziale.

Al momento in Italia, tra grandi e piccoli competitori sono presenti ben 30 etichette che offrono acquisti a tempo scontati. E’ possibile che, entro fine anno, anche eBay entri nel settore con gli eBay Daily Deals, che ha già sperimentato in UK e Germania con grande successo.

Due elementi da considerare.

  • Il primo elemento riguarda il commerciante. Mi chiedo se fosse possibile che i commercianti si organizzassero tra loro per condividere alcuni deals, mettendo assieme offerte diverse e legandole ad un’area territoriale. Non facile, perché la capacità di agire in questo modo è fuori dalla comprensione della gran parte dei commercianti e dovrebbero essere guidati da qualcuno che costruisca l’offerta. Nondimeno potrebbe essere uno sviluppo interessante.
  • Il secondo elemento riguarda i consumatori. La grande offerta produce ripetizioni e difficoltà di scelta: ci sono tanti servizi alla persona e sono poco presenti altri prodotti. In questo caso esiste un servizio come TuttoDeal che aggrega le offerte del giorno. E’ un comparatore di offerte da consultare online o da abbonarsi alla newsletter per ricevere informazioni giornaliere.
    Lanciato poco meno di un anno fa, ha 250.000 iscritti ed un ritmo di crescita davvero notevole.

I mobile deal

Alla fine del percorso si arriva sempre al mobile, proprio per la capacità di ricevere promozioni in diretta. Offerte ancora più brevi, senso di urgenza impellente, possono mettere una pressione ulteriore all’acquisto. Penso agli ultimi giorni dei saldi di marchi, non necessariamente legati ai prodotti delle griffe…

E’ un modello che potrebbe essere molto interessante, ma il cui sviluppo dipende da quello che vorranno fare i grandi marchi e le catene della distribuzione, non certo il piccolo negoziante. Solo chi ha già sperimentato la potenzialità dei daily deals, può pensare in grande ed organizzare deals molto veloci sul mobile.

Per i negozi tradizionali comunque sarebbe il momento di pensare ad utilizzare meglio la rete, creare occasioni di incontro e relazione tra le persone, promuovere online le loro attività, migliorare l’offerta, raccontare meglio i prodotti, se vogliono ancora giocarsi la loro presenza nella distribuzione.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

ebay offerte del giorno, daily deals, daily deal, offerte del giorno ebay

Commenti

comments

Previous post:

Next post: