Cosa serve per passare dal negozio offline ad un e-Commerce ?

online shop

in ecommerce

La vita per un negozio tradizionale è molto difficile. Il proprio ambito, la densità di clientela necessaria per far girare il magazzino, si riduce di giorno in giorno ed è sempre più difficile mantenere la redditività.
La concorrenza dei grandi centri commerciali e delle catene di negozi è potente.
Non sono solo questi i problemi. Il fatto è che il cliente ricerca online i prodotti che gli interessano e davvero non è più possibile pensare di gestire un’attività commerciale senza avere un’adeguata presenza online.

Questa è una lista delle cose che servono per cominciare a vendere i prodotti online.

E’ una guida iniziale, non esaustiva, con quattro livelli di priorità:

  • necessario –  quello che bisogna avere;
  • raccomandato – ciò che facilita la vita;
  • opzionale – utile ma non assolutamente necessario;
  • avanzato – utile nel momento i cui si realizza un sistema di maggior volume.
La lista è aperta al contributo e alla integrazione di ognuno.

1 – Linea Adsl – necessario

Ovvio, ma sono ancora molte le attività commerciali che non hanno una linea Adsl. Non averla taglia fuori da ogni possibilità: il collegamento Adsl è la porta di accesso a tutti quello che vorrai fare.
Le offerte delle compagnie telefoniche abbondano. Controlla alcune cose: la banda minima garantita e la trasparenza dell’offerta.  
In rete trovi molte informazioni e molte comparazioni utili.

2 – Registrare un nome di dominio – raccomandato

Il nome di dominio è l’indirizzo internet del tuo sito web e quello che sta a destra della @ nel tuo indirizzo mail.
La scelta del nome di dominio è importante ed andrebbe fatta pensando bene a cosa vuoi fare, come vuoi farlo, trovando un nome che abbia un senso per i lavori che vorrai fare. Non registrare un nome a caso purché sia, se puoi fatti consigliare.

Il miglior gestore di posta è sicuramente gmail e vale assolutamente la pena di avere un proprio indirizzo gmail ed un account Google. I servizi di gmail permettono anche di gestire gli account terzi come il tuo account di posta realizzato per il tuo dominio. Dai una buona prima impressione con il tuo account mail collegato alla tua azienda, usa gmail per gestire la posta e scrivi bene la tua firma in fondo alle mail che invii.

3 – Compera una fotocamera digitale – necessario

Fare buone foto è indispensabile per comunicare bene i tuoi prodotti. Non hai bisogno di un set professionale, ma di un minimo di buona attrezzatura. Prepara anche lo spazio per fare le foto e se fotografi oggetti piccoli compera un box per fare le foto macro, oppure segui queste istruzioni per costruirlo da solo.

4 – Una bilancia ed un metro – necessario

Non ridere, perché quando spedisci la merce con un corriere o con la posta il peso è importante per determinare la tariffa. Nel caso del corriere vale il rapporto peso/volume. Paghi per l’ingombro della merce e devi quindi pesare e misurare.
Poiché le spese di trasporto sono una voce importante, determinante per la scelta del cliente, non devi sbagliare a calcolarle.

5 – Compera un buon computer – necessario

Hai mille scelte possibili. Pensa bene a quello che ti serve, ragiona in termini di buon schermo ben luminoso, tanta Ram ed un gran disco fisso. Ed aggiungi una buona stampante che stampi i documenti di vendita, le etichette adesive con gli indirizzi di spedizione.

6 – Apri un account su Google – raccomandato

Google ha moltissimi servizi utili. Gmail, Google maps, Google Analytics, Google Webaster tools, strumenti di pubblicità come Adwords e Adsense. Senza elencarli tutti, la raccomandazione è imparare ad usarli a mano a mano che servono e vedrai che da servizi raccomandati diventano servizi necessari ed indispensabili.

7 – Crea un conto PayPal per gestire i pagamenti – necessario

Sono un fan di PayPal, perché è semplice da utilizzare e molto utile. Recentemente PayPal ha superato i 100 milioni di account nel mondo e sono sempre più i siti e gli utenti che cercano PayPal e vogliono pagare con PayPal.

8 – Apri un tuo account su eBay – necessario

Sono anche un fan di eBay, perché è un ottimo strumento per farsi le ossa. Di più, ebay è un incubatore di imprese. Puoi capire molte cose dei tuoi clienti potenziali cominciando a vendere su eBay, entri in un ambiente competitivo e devi guadagnare la fiducia dei clienti, costruisci delle solide base per un negozio online che potrebbe anche continuare su eBay con successo (oltre che su altri spazi che via via attiverai).

9 – Aggiungi un hosting web al tuo dominio – opzionale.

Un hosting web è utile anche se non hai un tuo sito web. Puoi mettere le tue foto per farle richiamare nei marketplace in cui cominci a vendere, ad esempio.

10 – Contatta un web designer – avanzato

Anche se vendi su eBay hai bisogno di un buon design. La tua inserzione deve catturare il cliente che arriva dalla ricerca e va fatta con conoscenza di causa e capacità.

11 – Programma un e-Commerce sul tuo dominio – avanzato.

Arriva il momento che vuoi aprire un e-Commerce sul tuo spazio web. Valgono tutte le considerazioni di prudenza e di costruzione di un buon progetto che sono espresse in più articoli su questo blog. Ma niente è insormontabile e tutto si può fare bene.

E se hai bisogno di una consulenza per il tuo progetto di e-Commerce, contattami che ne parliamo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

ecommerce

Commenti

comments

  • realizzazione siti

    direi che è assolutamente un bell’articolo sul futuro del webmasrketing..

  • Stefano

    Cosa ne pensate di questa start-up?
    http://www.cosadesideri.com

    • Non posso fare la Sibilla Cumana 🙂
      Penso che le liste dei desideri possano essere un motore potente di raccolta di idee ed un vettore di acquisti.
      Mi piacerebbe conoscere di più di questo progetto e non solo augurarvi un buon successo.

  • Bastasse solo questo… 🙂

Previous post:

Next post: