Social Media marketing: 8 tattiche per misurare e migliorare i risultati di facebook

8 tattiche per facebook

in social network

Questo post è la traduzione di un articolo di Adam T. Sutton Social Media Marketing: 8 tactics to measure and improve Facebook results, pubblicato il 23 giugno su MarketingSherpa.

Facebook è la piattaforma di social media più usata dagli esperti di marketing.  Secondo il Rapporto 2011 Social Marketing Benchmark Report pubblicato da MarketingSherpa, l’84% dei marketers sociali usanoFacebook in qualche modo. Con tanta enfasi su Facebook, bisogna essere sicuri che il social network valga l’ investimento e che produca miglioramenti continui. L’unico modo per farlo è quello di misurare i risultati ed analizzare i dati. Senza questi dati, non si può essere sicuri che le campagne su cui si sta lavorando possano essere migliorate, oppure che si stia generando un Ritorno sull’Investimento. Questo è vero per ogni campagna, che sia una campagna di direct mail o posizionata sui social network.
Ci siamo confrontati con diversi esperti di marketing sociale e con alcuni professionisti per scoprire le tattiche migliori per misurare il  marketing su Facebook. Qui di seguito sono descritte 8 tattiche che è possibile utilizzare per monitorare il rendimento, migliorare le tue campagne e giustificare i tuoi investimenti.

Tattica numero 1. Parti con obiettivi concreti e definisci le metriche.

All’inizio un promemoria: è necessario definire chiaramente i tuoi obiettivi su Facebook prima di poter misurare i risultati. Se non si definiscono chiaramente i tuoi obiettivi, non è possibile identificare chiaramente le metriche e si può finire a caccia di dati irrilevanti e di false piste.
Ecco i due principali obiettivi di social media marketing come riportato su 2011 Social Marketing Benchmark Report

  1. Aumentare il traffico web attraverso l’integrazione sociale dei media: 56%
  2. Migliorare la brand awareness o di reputazione: 51%

 

Questi obiettivi si riferiscono ai mezzi di comunicazione sociale in generale. Devi essere sicuro di scegliere gli obiettivi che ben si adattano a Facebook ed al tuo pubblico in particolare.
Ad esempio, è più probabile far crescere la conoscenza del brand  su Facebook o è più probabile migliorare le relazioni con i clienti esistenti?

Devi assegnare metriche chiave per ogni obiettivo.

Una volta definiti gli obiettivi concreti, è necessario selezionare le metriche per monitorare i tuoi progressi.

Dice Mathieu Hannouz, Senior Product Marketing Manager, Neolane, un fornitore di tecnologie di marketing:

“Ogni volta che mi impegno con una società o una marca, cercando di lavorare per una presenza sui social media, la prima domanda che faccio sempre è : “Qual è il tuo obiettivo?’
In seguito la seconda domanda è: “Come si sarà in grado di misurare questo obiettivo?”

Per esempio, se il tuo obiettivo è quello di aumentare lead e vendite, allora si dovrebbe misurare il numero di contatti generati attraverso Facebook, i loro tassi di conversione e il loro valore totale.
Se si desidera aumentare vendite di un e-commerce, allora si dovrebbe misurare il numero e il volume delle vendite generate dalle persone che si trovano su Facebook.

Sii consapevole della timeline.

Se si dispone di un ciclo lungo di vendita, l’impatto del marketing di Facebook potrebbe non essere immediatamente visibile. Potrebbe essere necessario monitorare diversi parametri indiretti prima di realizzare il tuo  impatto complessivo.

Boris Grinkot, Direttore Associato, Product Development, MECLABS.

“Ad esempio, se i visitatori che porti da Facebook convertono dopo più di sei mesi, la correlazione delle tue vendite con il marketing di Facebook è statisticamente tenue – almeno in un primo momento. D’altra parte, se sei alla ricerca di traffico, allora non hai un problema di latenza e le metriche di traffico sono in genere più facile da tracciare. Questo approccio non può essere definitivo, ma può essere molto più pratico, fino a quando il volume di traffico non consenta una correlazione statisticamente valida tra l’attività di Facebook e la vendita.”

Tattica numero 2. Stabilisci criteri di riferimento per confrontare i canali

È necessario impostare parametri di riferimento per i canali di marketing per confrontarli con i risultati su Facebook. Se si desidera confrontare la capacità di Facebook di generare leads rispetto ad altri canali, devi stabilire una misura per la lead-generation per ogni canale di marketing, calcolando la loro media riferendoti ad un periodo determinato o ad un livello di investimento. È quindi possibile poi confrontare i risultati con Facebook .

È possibile seguire un processo simile riferendosi ad un e-Commerce.
In primo luogo, calcolare i ricavi medi generati per ciascuno dei canali di marketing in un periodo determinato o secondo un livello di investimento.  Quindi confrontare con i risultati su Facebook.

Connie Bensen, Director, Social Media and Community Strategy di Alterian:

“Si tratta di capire  se il tuo punto di riferimento è giusto ed avere qualcosa da confrontare per quando si va avanti.”

Non dimenticare che bisogna investire.

L’impostazione di una pagina di Facebook è gratuita, ma il tempo necessario per costruire e coinvolgere un pubblico genera costi reali, così come il contenuto e le funzionalità di codifica per migliorare la tua pagina.

“La più grande idea sbagliata è che i social media siano gratuiti ” dice Bensen.

Il monitoraggio dei risultati su Facebook è importante, ma non dimenticare di controllare il tuo investimento.
Devi essere in grado di confrontare il ROI in Facebook con il ROI che arriva da altri canali e decidere se è necessario per migliorare le tue tattiche, cambiare i tuoi obiettivi oppure concentrare le risorse altrove.

Tattica numero 3. Collegare il marketing su Facebook con le statistiche del tuo sito

Presentare ai visitatori una landing tab personalizzata è un modo noto per aumentare i tassi di conversione, ma è anche un modo efficace per tenere traccia del marketing su Facebook. Per esempio, SteelMaster, un produttore di costruzioni in acciaio, ha una pagina Facebook con più di 9.500 “piace” (le pagine di Facebook sono essenzialmente i profili Facebook per organizzazioni, aziende, celebrità e artisti).

SteelMaster indirizza direttamente i propri fan dalla propria pagina di Facebook a pagine di destinazione personalizzate. Questo aiuta a misurare il traffico SteelMaster i suoi sforzi sulla rete.

“Noi controlliamo il nostro sito web e le pagine di destinazione”, dice Michelle Wickum, Direttore Marketing, Edifici SteelMaster. “Così tutto passa attraverso un percorso specifico collegato con il nostro CRM, in modo da controllare le varie interazioni”

Usare delle landing tab personalizzate per ricevere i visitatori di Facebook ti aiuterà a monitorare il traffico che generi ed il comportamento dei visitatori che arrivano dalla rete. Se la pagina di destinazione è ben collegata a tutte le attività di Facebook, poi tutto il traffico o le conversioni che ricevi è direttamente correlato alle specifiche attività svolte su facebook.

Questo approccio vale anche per i canali di marketing al di là del sito web. Puoi creare campagne personalizzate, offrire coupon ai visitatori, collegare un efficiente servizio clienti,  per monitorare le risposte alle tue offerte in rete.

Tattica numero 4. Stima del contributo di Facebook alle conversioni.

Se si dispone di un buon sistema di analisi del sito web, è possibile monitorare il comportamento dei visitatori che arrivano da Facebook.

Per esempio, sarà possibile sapere se un visitatore è arrivato da Facebook, ha considerato un prodotto,  ha abbandonato il sito e se è tornato dopo tre giorni per convertire. Si potrebbe quindi stabilire che Facebook ha contribuito a quella conversione. Ma la storia non finisce qui.
Può essere difficile determinare esattamente quanto del marketing di Facebook ha contribuito a quella conversione.

“L’attribuzione è un problema enorme”, dice Grinkot. Nell’esempio di cui sopra, non si può pensare che Facebook sia stato l’unico responsabile.
“E ‘possibile che la persona abbia visitato il sito prima. I visitatori potrebbero provenire da Facebook, ma potrebbe non essere la prima visita. E’ difficile da dire.”

Invece  prendere in giro il contributo di Facebook, si può confrontare la qualità dei visitatori da Facebook (come ad esempio il valore medio degli ordini o dei tassi di conversione) con la qualità dei visitatori che non arrivano dal social network.

Tattica numero 5. Le analisi dei dati di Facebook

Facebook ha recentemente aggiornato la sua applicazione per le analisi e gli approfondimenti, per dare più dati di marketing sulle pagine e sul loro contenuto.
La funzione Insights è disponibile per tutte le “pagine” che abbiano almeno 30 Likes.
La funzione Insights fornisce dati utili per migliorare la tua tattica all’interno della rete, come ad esempio:

  • dati della pagina – il traffico, i “like”, i commenti e altre attività sulla pagina di un marchio
  • dati relativi al contenuto – le impressions, i tassi di click-through, i “like”, la condivisione, commenti e altri dati contenuti nella rete.
  • Dati referral – statistiche sui link di riferimento,  il traffico da Facebook al tuo sito web.
  • Dati Demografici – dati aggregati per classi di età, sesso, lingua

Questi dati vengono aggregati immediatamente. Si possono visualizzare report per periodi di tempo diversi, come per gli ultimi due giorni o gli ultimi sei mesi.

I dati guidano le tattiche.

Molte delle metriche  in Insights ti aiuteranno a migliorare le tattiche che possono portarti ad un livello superiore. Per esempio, Wickum vede Facebook come un’opportunità per aiutare i visitatori ed i clienti di  SteelMaster. Anche se i commenti, i “like”, le visualizzazioni, non sono le misure dell’impegno di per se stesse, è indubbio che contribuiscono all’impegno. Il tuo team è in grado di identificare i contenuti, le offerte e le tattiche che aumentano questi parametri e aumentare l’impegno complessivo.

Tattica numero 6. Utilizzare le “page tab” per ottenere specifici obiettivi di marketing.

Su Facebook si possono creare delle “schede” che fungono da mini-pagine. Le schede possono proporre contenuti, promozioni , pulsanti per  visitare siti web , video , e moduli per raccogliere informazioni sugli utenti .

Con la creazione di schede che si collegano con i tuoi obiettivi generali su Facebook, è possibile misurare le prestazioni del canale.
Per esempio, se il tuo obiettivo è quello di aumentare gli abbonati e-mail, allora è possibile creare una scheda per registrare gli utenti e registrarle nel database delle visite come provenienti dal network. Facebook non offre metriche sulle interazioni all’interno di queste schede.

Questo perché le schede vengono create e codificate dalle aziende per conto proprio, dice Justin Kistner, Senior Manager, Social Media Marketing, di Webtrends. “Se Facebook avesse scritto il codice, allora ne possono tenere traccia. Ma se non hanno scritto il codice, allora hai bisogno di qualcun altro “, dice Kistner.

Tuttavia, è possibile utilizzare le pagine di destinazione personalizzata sul tuo sito web, i codici personalizzati delle promozioni ed altre tattiche per misurare la risposta alle offerte nelle schede.

Tattica numero 7. Connessione agli indici di performance del business – KPI

Non aspettarti che i tuoi dirigenti urlino di entusiasmante al numero dei “mi piace” o delle pagine viste.

Chi dirige una organizzazione vuole vedere miglioramenti sostanziali, maggiori entrare, minori costi

La sfida di un community manager o di una persona che lavora sui  social media, è che in realtà deve essere in grado di parlare nella lingua di coloro che prendono le decisioni. E costoro la  esprimono in grafici e numeri che derivano dagli obiettivi di business. Questo può essere difficile per i marketer che si concentrano sulla reputazione, sulla consapevolezza e sul sentimento su Facebook.

Questi obiettivi possono essere difficili da attribuire direttamente  e potrebbe essere necessario effettuare una correlazione. Per esempio, considerando i messaggi sulla bacheca, sarebbe possibile trarre una indicazione geografica e concentrare alcuni sforzi in specifiche aree.

Kistner dice . “È possibile confrontare la crescita in alcune regioni e, comparandola con altre,  utilizzare questo indicatore come un segnale dell”impatto che il marketing di Facebook sta avendo”.

Tattica numero 8. Migliorare gradualmente le tue azioni di marketing.

Migliorare i risultati su Facebook può aiutare a migliorare le prestazioni generali e spostare i tuoi obiettivi quando fosse necessario. Ecco due esempi da SteelMaster.

– Segmentare il pubblico. Con i dati di Insights, il team di Wickum ha notato che una parte significativa del pubblico di Facebook preferiva lo spagnolo all’inglese. “Se mi avessi chiesto in anticipo quanti di loro parlavano una lingua diversa dall’inglese, probabilmente avrei detto il contrario “. In risposta, il team di Wickum iniziò inviando collegamenti a contenuti scritti in spagnolo e tarati sul pubblico in rete di lingua spagnola (Facebook permette segmentare il pubblico in base alla lingua preferita e alla posizione geografica).

Questa aggiustamento e altri ancora hanno aiutato ad aumentare i post pubblicati, le visualizzazioni ed i feedback.

Spostare l’obiettivo generale. Il team gestiva un investimento “molto significativo” su Facebook Ads, ma non vedeva un ritorno abbastanza alto “Potevamo vedere chiaramente da dove stavano arrivando i visitatori e da dove provenivano le vendite, ma non siamo stati in grado di legare subito l’investimento alla redditività “, dice Wickum.

In risposta, il suo team ha ridotto gli investimenti in pubblicità e ha spostato la sua strategia di acquisizione. Il team si concentra, d’ ora in poi, per interagire con i clienti, mettendo in evidenza le loro storie e controlla gli investimenti, limitando la quantità di tempo speso su Facebook ogni giorno.

Link utili alla comprensione di questo articolo:

1. IdeaPaint – Image-rich promotions in tab
2. KFC – Registration form in tab
3. Delta — Buttons to visit website in tab
4. Jones Soda – Embedded video in tab
5. SteelMaster – Custom phone number in tab
6. SteelMaster – Spanish content on wall

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

marketing, come migliorare una pagina facebook, ebay facebook e google ottimizzare

Commenti

comments

Previous post:

Next post: