Un ecommerce di successo comincia con una lista

lista ecommerce di sucesso

in ecommerce

Quando si assume un incarico per un progetto, oppure ci si incontra per  una consulenza approfondita, c’è sempre un momento a volte davvero imbarazzante. E’ quando il consulente pensa di aver capito tutto, oppure quando il committente ha poche idee e ben confuse. La richiesta parte sempre da un punto finale e sbagliato: quanto costa ?

Il punto di partenza corretto è invece un altro.
Non ci può essere punto di partenza diverso dalla corretta presentazione della tua idea, della tua azienda, di quello che veramente vuoi fare.

Nessuno conosce meglio di te il tuo mercato e la tua idea.

Devi partire dal presupposto che il tuo consulente può non conoscere il tuo mercato, le regole che lo percorrono, usi costumi e consuetudini. Chi vende prodotti tecnologici ha un bisogno diverso da chi vende abbigliamento e moda, e chi vende mobili ed arredi non è chi vende vino.

Il problema è che se anche conosci bene il tuo settore, a volte dai per scontato alcune cose, ma soprattutto stai commettendo l’errore di pensare che esiste una soluzione tecnica perfetta che risolverà tutti i tuoi problemi. Non è così ed il tuo progetto è nelle tue mani.

1 – Scrivi la Lista delle Cose Importanti.

Comincia in questo modo:

  • Qual’è la mia attività principale ?
  • Quali sono le linee principali del mio progetto ?
  • Perché ho deciso (finalmente) di lanciare un progetto di ecommerce ?
  • Chi sarà il responsabile di questo progetto nella mia azienda ?

L’obiettivo adesso non descrivere i tuoi prodotti, ma di fornire uno studio di mercato, una riflessione approfondita sui tuoi prodotti. Non serve una elaborazione incredibile, ma è necessario che la persona o la società che prende in carico il tuo progetto per realizzarlo, comprenda perfettamente le tue esigenze.

2 – Descrivi il tuo catalogo

Il catalogo è il cuore e la mente del tuo ecommerce.
La sua coerenza e la sua pertinenza determinano il successo del tuo ecommerce. L’ideale è pensare a come se si possedesse un negozio fisico. La sua proporzione dipende dal numero di prodotti che si vogliono proporre.

Un catalogo deve essere segmentato per tipologia di prodotto e per linee di proposta.

Immagina di essere un venditori di vini. La divisione è solo vino bianco e vino rosso ? Metti gli apribottiglie ed i decanter allo stesso livello dei vini ? Qual’è il punto forte della tua offerta di vino ? Dove stanno le eccellenze ? Quali sono i prodotti a lunga vendita ?
Se immagino un negozio che dura nel tempo, come si compone un’offerta a medio e lungo termine ?

3 – Le specifiche dei prodotti

Vai adesso nel dettaglio dei prodotti del tuo catalogo.
Sono deperibili ? Hanno una scadenza ? Vanno fuori moda ? Sono pesanti ? Sono fragili ?
A cosa posso associarli ? Al benessere personale, ad uno stile di vita…..?

Insomma, chi deve prendere in carico l’esecuzione del tuo progetto deve essere immerso nel tuo prodotto, perché l’ecommerce ha successo se è in armonia con quello che vendi. Da questi elementi possono scaturire le idee che mettono il tuo prodotto in grado di competere con la concorrenza.

4 -Descrivi i tuoi clienti

I casi sono due: li conosci oppure non sai chi sono i tuoi clienti.
Formalizza anche in forma molto sommaria:

  • il loro profilo economico e sociale. Non serve il dettaglio statistico, bastano poche righe.
  • il loro modello di consumo. Occasionale o ricorrente.
  • il loro rapporto con l’ecommerce. Comprano occasionalmente, comprano spesso, hanno familiarità con l’ecommerce ?

5 – Organizza una checklist

Per riassumere e per dare ai tuoi partner una chiara visione di quello che si vuole fare, riassumi tutto quello che hai scritto su questi elementi.

  • Quali sono i prodotti/servizi che voglio vendere nel mio negozio online
  • Quante saranno le referenze che voglio inserire nel mio catalogo e come le divido in categorie
  • Il mio catalogo sarà aggiornato regolarmente, frequentemente, oppure rimane fisso per un lungo periodo
  • Quali sono i prodotti (o la gamma di prodotti) che vogliono mettere in evidenza
  • Quali sono le specificità dei miei prodotti
  • Chi sono i miei clienti
  • Cosa si aspettano dai miei prodotti
  • Come utilizzano i miei prodotti

Stai facendo un esercizio molto utile e non così facile come sembra. Ma è davvero indispensabile se vuoi dare le migliori informazioni, se vuoi  controllare che il lavoro proceda sui binari concordati e si concluda nel migliore dei modi: la creazione di un ecommerce di successo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

come diventare commerciante di vino

Commenti

comments

Previous post:

Next post: