Le proposte Maxpho per il 2011

maxpho ecommerce

in ecommerce

Maxpho è una giovane realtà italiana che produce un ottimo prodotto per la gestione di un ecommerce.

I punti di forza di Maxpho® sono:

  • la scalabilità del prodotto
  • l’integrazione possibile con eBay marketplace
  • l’innovazione ed il continuo aggiornamento

La nuova release “Maxpho® Commerce 11”

Le maggiori novità sono:

Interazione con Facebook e Twitter
Sarà possibile loggarsi su un ecommerce Maxpho con il proprio account Facebook e condividere in bacheca il proprio acquisto segnalandolo ai propri amici. L’obiettivo è di creare una esperienza di acquisto condivisa, potendo pubblicare la foto dell’acquisto, il feedback ed il commento del compratore.

Su Twitter si prevede la creazione di liste profilate di amici e clienti a cui inviare offerte promozionali, eventi speciali, ricevendo commenti e segnalazioni sui prodotti.

Pagamento con PayPal
Prosegue l’integrazione con le API di PayPal in modo da avere tutti i dati della spedizione per oggetti pagati con PayPal direttamente dal sito stesso. In questo modo, per i clienti che useranno PayPal per il pagamento, si semplifica il processo di registrazione e si riduce il numero di carrelli abbandonati dal visitatore. Un passo in più per trasformare visitatori in clienti.

Migliorata la dashboard di amministrazione
Migliorare l’amministrazione e renderla ancora più facile ed intuitiva faciliterà la gestione del proprio ecommerce.

Social commerce
Il passo in avanti che fa Maxpho è molto significativo su questo specifico settore. Tra gli utenti della piattaforma ci sono molti venditori che hanno esperienza di B2B, di gruppi di acquisto e cooperazione commerciale. Inoltre, a mano a mano che si allarga la base commerciale dei venditori cresce l’offerta commerciale.
E’ quindi possibile immaginare che ci possano essere venditori disponibili a proporre anche altri prodotti, non presenti nel loro stock, ma disponibili presso altri.
Il sistema provvederà a gestire questi flussi di informazioni e di prodotti via web e darà quindi modo ad aumentare l’offerta disponibile ed il numero di possibili compratori.

Il tutto avviene con specifici accordi commerciali tra i venditori che si accorderanno sui prodotti, il prezzo di vendita (minimo e massimo) ed il margine riconosciuto.
Molto interessante sia per chi vuole integrare la propria offerta, ma anche per una impresa che volesse accedere all’ecommerce attingendo a magazzini ben selezionati e garantiti dalla serietà del venditore

Un buon ecommerce nasce da un progetto coerente

Un buon programma è sempre una buona scelta.
Proprio per la complessità delle applicazioni che si possono avere, della presenza multi marketplace che si può gestire, sarebbe opportuno che chi affronta il passo di avviare una attività online (oppure di migliorare la sua presenza) lo faccia con consapevolezza e con una valutazione ampia delle cose da fare.

Resta però il fatto che se devo avviare un’attività commerciale, impiantare un negozio sulla strada, non mi rivolgo al fotografo o al tipografo che conosco.
Penso che esistano delle professionalità adeguate che sappiano il fatto loro e che sappiano indirizzare ad una scelta coerente fin dal momento della sua ideazione.
Così dovrebbe essere anche nel momento della scelta di avviare un’attività online, che per gestione e complessità non ha nulla da invidiare ad  un commercio tradizionale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

  • secondo me è solo caro …

    • Questo articolo è dell’inizio 2011 e quindi ne è passato di tempo. In questi anni è anche cresciuto il panorama di offerte su soluzioni simili a beneficio della scelta possibile.
      Sui prezzi non dico nulla, perché ognuno fa una propria valutazione.

  • Carla

    Progetto interessante, senza dubbio. Il fatto è che le nuove funzionalità “rivoluzionarie” di Maxpho sono adottate da tempo da altri software, ad esempio eDock (www.edock.it per gli interessati), per cui di rivoluzionario hanno ben poco. Anche il prezzo tutto sommato mi sembra nella media.

  • Anonimo

    Ciao Giovanni,
    intanto grazie per la risposta. Secondo me la scelta non è neanche così vasta, nel senso che vi sono molti software che permettono l’integrazione tra il proprio magazzino e eBay ma in pochi sono integrati anche con Amazon, Facebook, Pixplace. Da questo punto di vista mi pare siano le uniche due aziende, in Italia, ad offrire servizi di questo genere.

  • Carla

    Ciao Giovanni,
    intanto grazie per la risposta. Secondo me la scelta non è neanche così vasta, nel senso che vi sono molti software che permettono l’integrazione tra il proprio magazzino e eBay ma in pochi sono integrati anche con Amazon, Facebook, Pixplace. Da questo punto di vista mi pare siano le uniche due aziende, in Italia, ad offrire servizi di questo genere.

Previous post:

Next post: