Sedurre il cliente con il sito web

sedurre con un sito web

in ecommerce

La maggior parte dei siti ecommerce ha la stessa interfaccia e lo stesso tipo di esperienza del cliente.
Si parte dalla home page, si attraversano u certo numero di pagine, si arriva ad un prodotto e all’acquisto (quando si arriva al fondo della faccenda…)
Come essere davanti ad un distributore e compiere un percorso ad ostacoli, più o meno complessi.

Siamo anni luce lontano dal piacere di sfogliare una rivista

La questione da porsi non è la “rintracciabilità” del prodotto. E’ molto più importante il piacere, la seduzione, l’emozione della scoperta, il gusto dell’incontro. Una navigazione che sia più simile alla passeggiata tra le vetrine,  tra gli scaffali del negozio, tra prodotti che “parlano”, cercando di superare i vincoli della tecnologia.

Zara.com

zara home page

La home page di Zara. Da vedere a schermo interno su un grande formato per un effetto spettacolare

Foto superbe, atmosfera sontuosa e ricca. Un sito che parla e che assomiglia ad una rivista patinata, non alla catalogo con la lista della spesa.

zara pagina prodotto

Nessun pulsante 3D, descrizione chiara ed efficace

zara lookbook

Sempre più importanti i look book per navigare tra i prodotti

H & M Italia

H&M è un sito che abbina le funzioni editoriali con l’ecommerce. L’acquisto online è possibile in molti paesi, ma non ancora in Italia.

h&m pagina prodotti

La pagina rinvia ad alcuni temi prima ancora che a classificazioni per categorie merceologiche

h&m pagina prodotto

Anche la pagina della categoria assomiglia ad un lookbook, con bellissime foto e prodotti raccontati nel loro uso

h&m pagina prodotto

La pagina prodotto è un pop up essenziale che si apre sopra l'oggetto scelto per avere una navigazione più fluida

Indochino.com

indochinoindochino

indochino

Foto, personalizzazioni, prezzo, consigli di abbinamento, tutto nella stessa pagina

Esperienza d’acquisto

Tutti questi siti propongono una vera e propria esperienza d’acquisto e non solo una sorta di utilizzo puramente tecnico del mezzo. La scelta non arriva dopo una visione enciclopedica di una serie di prodotti proposti secondo la logica organizzativa del commerciante.

Perché questi tipi di ecommerce sono rari ?

Molto probabilmente a causa della tecnica. Le soluzioni offerte dal mercato non propongono qualcosa di diverso dal semplice elenco di prodotti. E fin che non si tratterà di emergere in una competizione con siti ricchi di e-merchandising, sarà difficile che cambi la situazione.

Forse più ancora per un concetto psicologico. L’ecommerce è ancora legato al concetto di “buon mercato” e buon mercato non significa prezzo basso.
Il commerciante pensa  “ho migliaia di prodotti e devo esporli”.  Tutto bene, salvo che ci si riferisce sempre alla esposizione lineare che non è favorevole alla scoperta: tutta nella logica del prodotto di massa, anche quando di questo non si tratta.

Nessun commerciante, o meglio molto pochi, sono disposti ad ammettere che se si vuole promuovere i prodotti, ogni pagina, ogni prodotto, dovrebbe richiedere lo sforzo di una specifica programmazione e di un buon design.
Questo ha un prezzo ed un costo economico.
Ma migliorare il merchandising sarà nei prossimi anni una fonte significativa di vantaggio competitivo. Lo sforzo sarebbe da compiere fin da ora, senza aspettare a lungo e per  troppo tempo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

Previous post:

Next post: