PayPal punta ad essere il fornitore di “identità di consumatore” ?

paypal x, pagamenti

in ecommerce

Il successo di Facebook connect ispira Paypal ID

Nel corso della conferenza dedicata agli sviluppatori Innovate2009, PayPal ha ufficialmente lanciato la piattaforma PayPalX ed ha definito con maggiore precisione i piani per il futuro.

L’obiettivo di “PayPal ID”, è di dare ai consumatori la possibilità di accesso a molti siti di e-commerce, garantendo l’identità del consumatore.

Sulla rete è in corso un grande posizionamento ed una lotta per la conquista dell’egemonia.

Il successo di Facebook, le molte applicazioni possibili, l’uso molto diffuso di Facebook Connect, fa pensare alla possibilità che Facebook punti ad essere il “sistema operativo” della rete. Facebook è sempre più un ambiente complesso, pieno di pesi e contrappesi che risponde ad un bisogno di completezza, proprio da porta di accesso e sistema operativo.
Facebook connect si diffonde come mezzo di connessione e di autenticazione sulla rete, con il limiteche Facebook Connect è gravato da falsi profili.

Durante il suo intervento Mark Carges Chief Technology Officer di eBay ha esposto l’obiettivo di eBay di diventare il fornitore diidentità dei consumatori. Nell’ambito di un progetto chiamato Programma ID gli utenti possono utilizzare il loro login Paypal per identificarsi in modo sicuro in ogni ecommerce e web apps nella rete, usufruendo del fatto che i conti PayPal sono collegati in modo certo a carte di credito e conti bancari, e garantiscono meglio l’identità del proprietario.

Con più di 150 milioni di conti attivi al mondo ed un volume in costante crescita, PayPal è leader nei pagamenti online e la sua presenza si diffonde anche al di fuori del circuito eBay. Sono sempre più gli ecommerce che prevedono il pagamento con PayPal.
E’ significativo il fatto che Banca Sella, leader in Italia nel settore delle transazioni con carta di credito, abbia sottoscritto un accordo con PayPal per estendere a tutti i propri merchant la piattaforma di pagamento PayPal

PayPal sta ancora lavorando alla realizzazione del ProgammaID, “attualmente eBay e PayPal stanno costruendo il back-end del sistema e stanno trattando con il governo e le agenzie di regolamentazione. In un futuro prossimo, PayPal ID dovrebbe entrare nella fase di test.”

Alcune domande

  • La prima questioneè se PayPal può raggiungere l’ambizioso obiettivo di essere un fornitore di ID per clienti e-commerce attraverso il web. In particolare, la questione è se PayPal opererà da solo oppure cercherà la collaborazione conprogetti di identificazione esistenti, come OpenID.
    Per la verità la parola open sembra al momento esclusa dall’orizzonte e questa potrebbe essere una prima risposta.
  • La seconda questione riguarda il rapporto con il governo e le agenzie di regolamentazione.
    E’ evidente che qualsiasi azienda voglia assumere l’obiettivo ambizioso di diventare degli Identity Provider sulla rete, deve pensare di poter trovare una forte resistenza in base alle norme e al diritto. E non è cosa di poco conto.

Quali altre società oltre a PayPal sarebbe in grado di assumere un tale compito?

Solo due: Facebook, la più grande rete sociale nel mondo, che con Facebook Connect ha già massicciamente esteso la sua influenza.
E Google, con il suo prodotto funzionale ed in via di sviluppoFriend Connect.

La sfida è quindi aperta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

Previous post:

Next post: