A cosa serve un sito aziendale: 6 idee per migliorare la produttività ed il marketing

sito web come iceberg

in web marketing

Produttori, distributori, importatori, sostengono la loro attività con diversi canali:

  • agenti e rappresentanti
  • concessionari
  • installatori
  • franchisee
  • rivenditori, ecc

La principale preoccupazione delle aziende è dare un forte impulso alla rete di vendita, per arrivare al cliente finale e soddisfare le sue richieste.

1 – Le applicazioni web servono a più livelli

Il sito internet è la parte visibile di un complesso di soluzioni web che dovrebbero permettere di avere un business completo. Un po’ come la punta di un iceberg: il sito è costruito per essere uno strumento di relazione: è la parte visibile e sotto ci sono tutte le attività che lo sostengono.

  • Il sito web: parte visibile ed accessibile a tutti. L’ informazione è pubblica e diffusa.
  • Extranet: si può dare un accesso personalizzato e riservato ai vostri visitatori
  • Intranet: un portale orientato alla comunicazione interna all’azienda
  • CRM: Customer Relantionship Management, la gestione integrata dei rapporti con i clienti, al fine di rafforzare la relazione con costoro
  • ERP: Enterprise Resource Planning. Dopo la vendita si deve produrre e consegnare, e si tratta di ben gestire l’insieme delle attività.

Obiettivo: costruire un sistema organizzato di relazioni

2 – Mettere in relazione gli intermediari e la domanda finale.

Chi non vorrebbe avere i clienti serviti in un vassoio d’argento ? Il fatto è che “andare a caccia” è  duro e faticoso, ed è sempre più difficile e costoso:  per voi e per il vostro distributore.
Perché non aiutarlo ?
Perché non evidenziare che il prodotto è “la soluzione” al problema ?
Usato correttamente il sito è uno strumento potente di
lead generation
:

  • individuare i progetti,
  • chiedere preventivi,
  • cosa costa ?
  • dove lo trovo ?
  • chi vende che cosa ?
  • come funziona ?
  • quanto dura ?

Orientato al cliente finale un sito diventa una fonte di attrazione di clienti finali.

Obiettivo: ridistribuire queste opportunità ai vostri partner locali

  • questo aumenta il vostro potere contrattuale su di loro
  • il vostro partner locale non è più un semplice elemento della distribuzione, ma è un facilitatore di business.

Come fare ?

  • inserite i loro dettagli, indirizzi, orari, informazioni pratiche (accessi, orari, parcheggi…);
  • rendete facile prendere un appuntamento con un partner locale, anche con un modulo dedicato;
  • create delle prove gratuite (lo fanno le case automobilistiche…)
  • per un prodotto rivolto al consumatore, pensate anche a sconti e promozioni che passano attraverso il partner;
  • ecc. ecc.  le idee potrebbero essere infinite

3 – Fornire servizi di marketing a valore aggiunto per i partner.

  • Automatizzare i ri-ordini, con un accesso sicuro in area riservata.
  • Proporre la vendita dello stock di magazzino per valorizzare gli immobilizzi, il vostro magazzino invenduto, ed anche quello dei vostri partner commerciali.
  • Dare accesso ai partner a risorse tecniche e di marketing:  analisi della concorrenza, situazione di mercato, analisi economiche, previsioni e trends, documentazione commerciale

Obiettivo: aumentare il potere e la forza della relazione

4 – Educare ed aumentare la competenza dei partner commerciali

Il sito dovrebbe diventare il modulo continuo per la formazione a distanza, con mille modi possibili di interazione.

Volete agenti e rappresentanti che rappresentano i vostri prodotti e che abbiano un vantaggio competitivo con i vostri clienti ?
Fornite un monitoraggio continuo delle vostre attività, comunicate con il sito web, impostate una newsletter periodica ben costruita e destinata ad agenti e rivenditori.

Obiettivo: Aiutateli a sviluppare il loro e vostro business

5 – Migliorate l’efficienza della vostra rete

Nel mondo professionale è spesso necessario scambiare file di grandi dimensioni. Perché ostinarsi a trasmetterli via mail e poi telefonare per la conferma di ricezione, e via così secondo il più grande spreco di risorse e tempo ?

Create una sezione in cui si postano e si scaricano i documenti, i file, le immagini,…

Obiettivo: usate una comunicazione morbida e flessibile

6 – Valutare la soddisfazione

Chiedere al partner di esprimere la propria opinione su un servizio, un prodotto, l’affidabilità della logistica e delle consegne. Tutto quello che volete studiare ed anche di più.
Sondare gli umori e le opinioni dei consumatori, capire l’interesse per i prodotti, meglio di qualsiasi ricerca di mercato.

Avete a disposizione uno strumento potente, flessibile e che ritorna dati misurabili, come nessun altro strumento a vostra disposizione: è davvero un peccato mortale farne solo un deposito di fotografie ed il solo catalogo online.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

a cosa serve un sito web

Commenti

comments

  • Pingback: A cosa serve un sito aziendale: 6 idee per migliorare la produttività ed il marketing | TuttoBlog.com()

Previous post:

Next post: