10 errori da evitare su Facebook

errori ortografia

in social network

Ho trovato ottimi consigli sulla gestione del proprio profilo e della propria pagina su Facebook su questo articolo Facebook Faux Pas for Aussie Craft Businesses e ripropongo il decalogo su questo post, con il buon proposito di non (ri)cadere in tentazione.

1 – Scrivere sulla bacheca di un altro per promuovere il proprio spazio

Sono situazioni in cui muoversi con delicatezza: scrivere sulla bacheca di un altro solo per promuovere il proprio prodotto/servizio produce alcuni effetti collaterali. Si da fastidio e si rischia la perdita di credibilità quando si presenta qualcosa di davvero interessante.

2 – Foto non appropriate sul profilo o sulla pagina

Meglio il logo dell’azienda, rispetto ad una foto che non rispecchi né la vostra attività professionale, né la vostra presentazione ed il vostro carattere. Sarebbero da evitare foto prese durante le feste oppure  in contesti inappropriati. Questo come regola generale: c’è però da sottolineare come personalità forti e consolidate siano in  grado di reggere molto bene ance presentazioni non formali ed inconsuete.

3 – Pubblicare a raffica in brevissimo tempo notizie, commenti, per poi sparire nella giornata

Se per comodità di gestione decidete di pubblicare dieci cose in cinque minuti, immaginate che chi legge ha percezione di un lavoro frettoloso, poco seguito. Molto meglio distribuire nella giornata i contenuti che pensate interessanti.

4 – Utilizzare la pagina per esprimere pareri, opinioni e frustrazioni con i clienti.

La gestione delle opinioni dei clienti può essere una funzione importante della pagina Facebook, a patto di tenere un profilo alto e non scendere in discussioni inutili. Non è facile sicuramente, ma considerate che agli altri vostri clienti interessa la soluzione del problema, non i vostri commenti sulla qualità del cliente precedente.

5 –  Dimenticare che le lingue hanno una grammatica ed una ortografia.

Molti errori grammaticali ed ortografici denotano solo sciatteria. Meglio quindi sforzarsi ed evitarli. Una maggiore riflessione, anche scrivendo via mobile, rallenta la scrittura e produce meno errori.

6 – Non aggiornare gli album fotografici se rappresentano prodotti.

Un controllo periodico evita di mantenere online prodotti non più disponibili. Stessa cosa se avete in vendita prodotti con applicazioni Facebook, controllate sempre che il prodotto sia disponibile e pronto per la consegna.

7 – Non controllare il dibattito che inizia sulla tua pagina

Se parte un dibattito interessante sulla vostra pagina e poi questo si trasforma in un dialogo, oppure trascende alcuni toni, il vostro ruolo dovrebbe essere di moderazione e controllo. Il problema non è avere l’ultima parola, ma non potete abbandonare il ruolo di gestore della pagina.

8 – Inviare un invito a diventare amici senza un messaggio introduttivo.

Se utilizzate il profilo personale di Facebook per scopi professionali, siete sicuramente interessati ad avere contatti che corrispondano al vostro interesse e gli “amici” non sono semplici contatti, ma potenziali contatti d’affari. Quando chiedete l’amicizia a qualcuno, una minima spiegazione di chi siete e cosa fate è sempre ben gradita.

9 – Evitare di essere ossessivi

Mentre mettere un “mi piace” è sempre gradito, commentare ogni cosa, qualsiasi argomento in ogni momento, desta preoccupazione e rischia di tagliare la discussione.

10 – Non citare le fonti

Citare la fonte è questione di buona educazione, di rispetto per le persone e di gratitudine verso gli altri. E’ giusto quindi attribuire le foto ai legittimi proprietari, citare le fonti degli articoli, e linkare correttamente alle fonti originali. E’ un comportamento non solo corretto, ma anche positivo in una prospettiva utilitaristica. La citazione potrebbe trasformarsi anche in una relazione d’affari, e questo non va sottovalutato.

photo credit: giuseppe ceglia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

errori facebook, errori su facebook, errori grammaticali facebook, errori grammaticali su facebook

Commenti

comments

Previous post:

Next post: