Come migliorare i risultati dell’email marketing ?

mail marketing

in mail marketing

Sebbene molti ne decretino la morte, l’email marketing è la “killer application” nel marketing di relazione.
L’email marketing offre un ottimo controllo sugli obiettivi  prefissati ed anche una maggiore capacità di monetizzarli. Questo è il motivo per cui sia piccoli negozi online che grandi imprese, continuano ad investire risorse nell’email marketing e contano di avere un buon ritorno sull’investimento.

Nonostante questi indubbi aspetti positivi, sono ancora molte le aziende che affrontano l’email marketing in modo superficiale, sia perché continuano a ripetere sempre gli stessi errori, sia perché non conoscono il modo migliore per superarli.

E mentre tutti ti consigliano su come evitare lo spam,  come scrivere il soggetto dell’email con tecniche da copywriter, la lunghezza ottimale del corpo del messaggio, sono davvero pochi coloro che sottolineano alcune cose importanti, davvero importanti, e gli errori principali da evitare.

1- Messaggi poveri che non incontrano le aspettative del tuo cliente

Quando usi l’email marketing basato sul permesso dell’utente, come sono le landing page e le pagine per la cattura degli indirizzi mail, potresti essere sorpreso nell’apprendere che i messaggi successivi non corrispondono a nulla di quello che aspettava il tuo cliente.
In effetti l’unico messaggio coerente è stato il primo messaggio post cattura, quando l’abbonato alla mailing list ha ricevuto esattamente quello che chiedeva.

Ciò è dovuto al fatto che nessuno si è preoccupato dei processi e sistemi di segmentazione degli abbonati a seconda delle preferenze e dei modelli di acquisto.

2-Poca sincronizzazione con la web analytics

Tieni traccia del tuo sito con strumenti appropriati di analisi? Usi degli strumenti per comprendere il comportamento dei tuoi clienti e dei sottoscrittori della tua mailing listi quando arrivano sul tuo sito web ?

Anche in questo caso potresti davvero scoprire cose molto interessanti e che potrebbero farti prendere decisioni importanti.

3-Non curarsi del ciclo di vita dell’email marketing

Qui il problema deriva dal fatto che si sovrastima l’importanza dei programmi per la gestione dell’email marketing. In attesa (o nella presunta difficoltà) di fare qualcosa, si rimanda sempre e non si mantiene una giusta frequenza che interessi e motivi il tuo cliente a seguirti.

La capacità dell’email marketing di costruire relazioni dipende da quanto si sente “connesso” il cliente con il tuo sito web, e questo vale per i clienti attuali e per i clienti di ieri.

4-Non rendersi conto dei contatti multicanale

L’email marketing non è la soluzione di tutti i problemi. La forza dell’email marketing può essere amplificata con un approccio multicanale che includa altri mezzi di comunicazione.

La condivisione sociale delle e-mail  è concettualmente interessante perché unisce due modi espressivi diversi: la risposta diretta e la comunità organica. Le email tendono ancora a comunicare unilateralmente ad un pubblico, mentre i media sociali sono oggetto di discussione  interattiva.
Vedremo prossimamente alcuni sviluppi interessanti disponibili su
MailChimp e su Constant Contact

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

EMAIL MARKETING

Commenti

comments

Previous post:

Next post: