Ebay salverà se stessa ?

amazon ebay utenti unici

in ebay

Pochi anni fa nessuno avrebbe previsto il sorpasso di Amazon su eBay

Ad ottobre 2009 Amazon aveva 54 milioni di visitatori unici contro i 50 milioni di eBay, ed è stata la prima volta che Amazon ha superato nel traffico eBay.

Le pagine viste su eBay sono ancora superiori, il punto di confluenza con Amazon sembra avvicinarsi, ma soprattutto il calo continuo di pagine viste su eBay è evidente e prolungato nel tempo.

Non è solo questo a preoccupare. Sono piuttosto gli indici di soddisfazione del cliente, dove eBay rimane indietro. In una recente indagine solo il 13% degli intervistati ha indicato eBay come il sito che “offre la miglior esperienza di shopping” e questo dato è in diminuzione rispetto allo scorso anno.

Nello stesso periodo e alla stessa domanda Amazon passa dal 35% al 65%

Il fatto che il 69% ha anche visitato Amazon positivamente dovrebbe essere un ulteriore motivo di preoccupazione.
Sembra che eBay perda clienti a favore di Amazon ad un ritmo davvero sostenuto.

Quali potrebbero essere le ragioni di questo fenomeno ?

Molti attribuiscono questa situazione allo spostamento dal formato dell’asta online al formato compralo subito.
Ma questa spiegazione mi sembra parziale e poco soddisfacente.

Mi sembra più attendibile il fatto che eBay non è più percepito come il luogo in cui si possono fare grandi affari, perché il prezzo migliore si trova su Amazon. E non solo il prezzo, ma la disponibilità, la scelta e l’assortimento complessivo.
Amazon è un grande negozio che vende i propri prodotti.
eBay, che non vende prodotti propri, deve convincere i venditori ad abbassare i prezzi e non è certo cosa facile da ottenere.

La politica commerciale di eBay non sembra molto chiara e definita

Nel 2009 è sembrato che la direzione fosse verso il cosiddetto second market e spingesse i venditori a crescere di dimensione e di importanza. Più verso il venditore professionale e meno verso il venditore occasionale. Ma negli ultimi due mesi sono molte le offerte e le promozioni verso i venditori occasionali per inserire prodotti. La stessa preferenza per il formato Compralo Subito si scontra con le pressioni per listare in formato asta, garantendo tariffe di inserzioni abbassate e migliore visibilità, uscendo dalla tagliola di Best Match.

In molti sottolineano anche che non è difficile trovare online articoli e reclami contro la politica commerciale di eBay, compresa la discrezionalità nell’applicazione delle regole a seconda del tipo di venditore come lamenta questo articolo pubblicato su Tamebay.

Nei prossimi giorni saranno anunciati cambiamenti su eBay.com

Si aspetta per giovedì 26 gennaio un primo annuncio di cambiamenti su eBay.com

E’ difficile fare previsioni. Ci si attende un riallineamento tra le varie piattaaforme, ed è più sicuro che i blocchi di modifiche possano essere annunciati in gennaio, aprile e luglio per avere effetto da marzo, giugno e settembre 2010.

Aspettiamo a vedere nei prossimi giorni gli annunci e le novità, per un commento più ragionato.

Giovanni Cappellotto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

calo vendite ebay 2012

Commenti

comments

Previous post:

Next post: