Social network, social commerce e personal network

social networl,personal network

in ecommerce

Nel 2008 e nel 2009 i social network sono cresciuti notevolmente grazie anche alle innovazioni portate da Facebook e Twitter.Per contro il social commerce sembra avere una battuta di arresto, se non un arretramento.

E’ un dato di fatto la continua discesa di traffico di eBay ed il cambio di rotta imposto su Etsy

  • Ebay è nato quindici anni fa proprio come un sito di commercio sociale, in cui privati vendevano a privati. I punti di forza erano il meccanismo della certificazione reciproca (i “feedback”) e la forte integrazione della community.
    Da due anni eBay è un sito in cui prevale la vendita a prezzo fisso e che sembra orientato al venditore professionale e alla vendita delle giacenze di magazzino ad un prezzo molto competitivo.
    In questo processo le communities di eBay sembrano di fatto separate dai processi decisionali e quasi in conflitto anche tra loro (acquirenti vs venditori)
  • Etsy, fondato nel 2005, è il sito che fa vendere e comprare oggetti fatti a mano e prodotti vintage di almeno vent’anni.
    Il fondatore di Etsy Rob Kalin ha annunciato “Etsy non è negozi e commercio al dettaglio”, proponendo un ritorno alle proprie origini di sito orientato al commercio sociale, nonostante gli ottimi risultati di questi anni, con l’apertura in quasi tutti i mercati nazionali (in Europa è molto presente in Gran Bretagna e Germania).
    “In social commerce, our focus is on people, not products.”

Miscelare il commercio con il sociale è un esercizio difficile ed Etsy sembra aver deciso di non ripetere l’esperienza di eBay dopo la partenza di Meg Whitman.

Il social commerce ha un grande ritardo da recuperare

I social network funzionano come una grande piazza del mercato, in cui ci si incontra, si scambiano idee, opinioni, si gioca.

I marketplace condiscono solo con una spruzzata di “sociale” una esperienza poco gratificante ?

La grande sfida per tutti i marketplace è come rafforzare i legami sociali per creare effetti di comportamento simili a Facebook, mettendo le relazioni tra le persone al centro dell’esperienza.

Social network e personal network sono due facce della stessa medaglia.

Il pendolo dell’interesse si sposta da un punto all’altro a seconda delle applicazioni che si usano.
Oggi, lo sviluppo del mobile può portare ad un rafforzamento delle applicazioni individuali che assistono il singolo utente a creare una propria rete personale con amici e conoscenti.

Quello che manca in molte applicazioni su Facebook sono gli strumenti per far diventare davvero l’esperienza individuale di acquisto una esperienza sociale e condivisa.

E chi vuole davvero utilizzare i social network come strumento di vendita deve pensare come recuperare strumenti e servizi per la rete di personal shopping.

Giovanni Cappellotto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

Previous post:

Next post: