Perché adottare i social media non può essere una moda per le Piccole e Medie Imprese

social media e piccole imprese

in social network

Non ho dati precisi sull’utilizzo dei social media da parte delle Piccole e Medie Imprese, e mi baso quindi più su una impressione soggettiva che potrebbe anche essere sbagliata.
I social media possono essere una preziosa fonte di acquisizione di nuovi clienti, di mantenimento della clientela esistente e di miglioramento della soddisfazione ed in genere dell’esperienza del cliente, a tanti livelli.

L’errore è pensare che il processo sia scontato, immediatamente produttivo, e di immediata risoluzione.

E’  invece un processo di lungo periodo che coinvolge molte capacità e competenze, e che modifica l’organizzazione della comunicazione dell’azienda (a tutti i livelli), e la stessa organizzazione aziendale, agendo sui comportamenti dei dirigenti, dei collaboratori e di tutto il personale.

Qui ci sono alcuni buoni motivi per cui vale la pena di investire nei social media

 

 

 

 

 

 

comunicazioni pmiQuando si parla di web l’ignoranza non fa la felicità.

Spesso è solo pigrizia, la voglia di non guardare a quello che si dice sul web della tua impresa, oppure a quello che fa la concorrenza.
Non si può più prescindere dal fatto che le persone si rivolgono a Facebook, Twitter, Foursquare  ed altri siti, per condividere le loro informazioni.
Cosa hanno fatto ieri, dove sono stati, cosa hanno mangiato, cosa pensano del mondo, quale esperienza hanno con un prodotto o un servizio. Catalogare tutto sotto la generica voce “cazzeggio” può essere un errore.

Distinguere dal rumore di fondo ed estrarre notizie ed opinioni è altra cosa.

Il cliente che racconta di una povera esperienza di acquisto, quello che lascia un commento,  non sono bit generici lanciati nella rete, ma informazioni reali potrebbero essere occasioni perse se sono ignorate.
Se la vostra azienda è  coinvolta in una esperienza d’acquisto, si può intervenire per risolvere il problema. Se fosse un concorrente, potrebbe non essere una cattiva idea offrire una prova alternativa gratuita.
Una piccola impresa ha la responsabilità di utilizzare questi frammenti di informazione del pubblico per costruire relazioni, migliorare il servizio clienti ed infine tradurre tutto in
miglioramento del prodotto.

coraggio pmiTrovare il modo giusto di utilizzare i social media può essere scoraggiante

Ci si raffronta sempre con i grandi siti web, le grandi storie di successo che superano i limiti della creatività ed investono budget ragguardevoli.

Spesso ci si dimentica che il più semplice dei gesti  può avere l’impatto maggiore.

Ci sono storie di pubblico dominio che vale la pena di raccontare.
La storia dell’azienda è di per se una narrazione epica e rende immediato ed umano l’approccio con le persone.
Perché non rendere riconoscibili alcuni luoghi attorno all’azienda, una sorta di patrocinio locale sulle cose, i ritrovi, le attività culturali che stanno vicine ed attorno all’azienda e che sono il suo riferimento culturale sul territorio ?
Questo potrebbe essere un
ottimo utilizzo di Foursquare.Tutti i commercianti sanno che gli omaggi, per quanto piccoli sono sempre graditi; e ci sono realtà importanti, cresciute nel tempo, che hanno fatto dell’omaggio la loro identità. Perché non portare questo omaggio riconoscibile sul web ?
Una cosa possibile, e se ne possono pensare e costruire molte altre.

taglia pmiLa taglia gioca a tuo favore

 

Se sei una piccola impresa, la dimensione è il tuo migliore alleato sui social media
Io ho una fascinazione per Starbucks: è il paradigma di una impresa che ha adottato i social media nella sua azione. Eppure le dimensioni di Starbucks sono tali che non può “parlare” ad ogni singolo cliente.
La dimensione è un vantaggio e potresti rispondere praticamente a tutti i clienti.
Nell’utilizzare gli strumenti di mail marketing potresti dividere i clienti in clienti “regolari”, “occasionali” ed altro,  e profilare le mail in modo specifico. Potresti lavorare sui Superfan della tua pagina Facebook e pensare a delle azioni specifiche.
Potresti immaginare qualcosa che le grandi imprese non hanno il tempo o le risorse per sostenere.
Potresti trovare qualcosa che faccia frequentare il tuo sito più spesso.

Come vedi tutto questo ha molto a che fare con le pratiche di soddisfazione del cliente, con la profilazione degli accessi al sito e con l’uso specifico e misurabile di strumenti di web analytics. Magari non facile ed immediato, ma sicuramente alla tua portata, lavorando regolarmente con buoni obiettivi da raggiungere e misurare.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

www nonpuoessere it, www non puo essere it, nonpuoessere it

Commenti

comments

Previous post:

Next post: