Il problema di Google è Amazon, non la multa della commissione europea.

google vs amazon

in ecommerce

Il grande problema di Google non è la sanzione miliardaria che ha ricevuto in Europa e l’intimazione di non favorire Google Shopping a scapito di altri strumenti di comparazione dei prezzi.
Il vero e grande problema di Google è Amazon.

Google sta dicendo ai venditori di migliorare i propri contenuti per essere più rilevanti nelle ricerche dei potenziali clienti, nella convinzione che avere contenuti migliori ed una SEO più efficace porti maggiori risultati e maggiori vendite.
Nel frattempo i consumatori con intenzione d’acquisto vanno direttamente ed in numero sempre maggiore su Amazon.
Non solo. Amazon diventa anche un motore di ricerca e di comparazione per vedere subito il prodotto e cercarlo anche presso altri retailer.

Pensa al Natale da oggi.

Il quarto  trimestre dell’anno è il trimestre in cui si aspettano i migliori risultati, il consolidamento delle vendite, la possibilità di avere di avere dei prodotti che facciano davvero la differenza e che permettano di migliorare performance e utili delle vendite online.
Il periodo migliore per preparare la stagione natalizia è adesso.

Se Amazon è un motore di ricerca di prodotti, se su Amazon si cercano anche idee per fare regali, il consiglio è di valutare con attenzione la presenza su Amazon con i prodotti che si giudicano migliori, più performanti e più adatti alla stagione.
Adesso è il momento di fare una ricerca e di impostare una presenza efficace.

Valuta anche che con lo sforzo che fai per essere presente su Amazon, puoi lavorare in modo altrettanto preciso ed efficace sia su eBay che su Eprice. Se i marketplaces sono piazze in cui i consumatori cercano prodotti, non lasciare il campo libero e cerca di incontrare i potenziali clienti in ogni punto della loro ricerca.

Sul tuo shop online.

Mai come ora conta l’esperienza d’acquisto che deve essere veloce, fluida, senza intoppi e senza freni all’acquisto.
Alcuni veloci consigli:

  • Dai un’occhiata ai tuoi prezzi e valuta il costo delle spese di trasporto. Non ti sto dicendo di assumere un costo senza rimarginarlo. Valuta con attenzione la composizione dei prezzi e modula al meglio le spese di trasporto.
  • Controlla le schede dei tuoi prodotti. Tutte le informazioni devono essere subito visibili e non devono esserci sorprese al momento del pagamento.
  • Pensa come un cliente, mettiti nei suoi panni, anticipa le obiezioni.
  • Non lasciare che una esperienza poco soddisfacente sul tuo shop online porti i tuoi potenziali clienti alla concorrenza, ad Amazon, ad altri marketplace.

amazon infografica

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

Previous post:

Next post: