I consigli di Karl Harvard per un rapporto tra marca e social media

social media

in social network

Ho trovato in rete un ottimo articolo scritto da Karl Harvard di Propellernet: l’articolo è raggiungibile seguendo questo link Top ten tips for brand engagement via social media.

L’articolo è molto bello, comprensibile, e da leggere con attenzione, perché fissa alcune cose importanti, riferite sia ai social media che al generale comportamento di molte marche verso il mercato e i consumatori.

Quando scrive che le imprese meno innovative vedono un grande rischio nell’essere coinvolte nei social media, fotografa una situazione reale ed esistente. Ma il rischio di non partecipare ed essere esclusi è molto più alto. Di fondo in molte imprese, non è ancora ben chiaro il fatto che il vero potere è nelle mani dei consumatori, che in un epoca di offerta alta e domanda stabile (quando non in discesa per effetto della recessione) nei negozi, offline e online, si compera e non si vende.

Senza un ordine preciso, la lista di Karl Harvad è questa:

  • Precisione: trova esattamente l’area nei social media in cui le persone interessate al tuo brand possono trovarsi.
  • Osserva e tieno d’occhio: Ascolta con attenzione le conversarzioni e utilizza i migliori strumenti per seguirle ed essere aggiornato.
  • Non buttarti a capofitto: Prima di reagire e lanciarti in gruppi, blog, forum, ecc. rifletti con attenzione sul tuo approccio. A volte è meglio far parlare gli altri, altre volte è meglio partecipare in modo defilato. Se il tono della conversazione è negativo, sii educato, gentile, e offri aiuto.
  • Dai sempre qualcosa: offri sempre qualcosa di valore. Bisogna donare qualcosa quando si passa ad essere coinvolti in modo reattivo (o proattivo) . Una cosa di valore può essere una buona informazione, oppure un trattamento da VIP e deve naturalmente essesre offerto gratuitamente.
  • Intrattieni: Se pensi di creare gruppi, metti anche in conto di offrire applicazioni e widgets divertenti. La gente vuole anche divertirsi, e questo incoraggia l’aspetto virale. Essere divertenti e piacevoli non compromette l’immagine della tua marca.
  • Scegli tempo e luogo: Raggiungi il tuo pubblico ed i tuoi consumatori nei luoghi in cui passano il loro tempo. Considera con attenzione le piattaforme mobili. Ormai i telefonini hanno capacità avanzate e sono mezzi di connessione alla rete, come il tuo computer.
  • Sii Sociale: non parlare semre e solo di te ! La gente si annoia rapidamente quando parli solo di te, dei tuoi prodotti, delle tue promozioni, delle tue offerte… Dopotutto sei su un social media, la gente è qui per altri scopi, non principalmente per comperare, offri qualcosa per migliorare la vita sociale.
  • Pensa alla sensibilizzazione e nulla di più. Metti la sensibilizzazione al centro dei tuoi obiettivi sui social media. Questo influenzerà positivamente il tuo ruolo. Creare interesse e coinvolgimento è un bonus importante. Non aspettarti impegno e ritorni immediati. Forzare in questa direzione è solo un danno.
  • Dimentica il ritorno immediato. Questo dovrebbe essere il tuo pensiero principale. Misurare il ritorno è impossibile. Puoi misurare il numero dei visitatori nel tuo sito e nel tuo blog, un incremento del passa parola ed anche un aumento delle vendite, magari. Ma non aspettarti di misurare un rapporto diretto tra un certo investimento nei social media ed un ritorno economico prefissato.
  • Agisci, Fa’, Do it. Pianifica il tuo approccio, apri il tuo marchio ai consumatori, incoraggia una vera interazione e sincronizza la tua attività con altre iniziative di marketing. Se non agisci con rapidità ed intelligenza, lo faranno gli altri mettendoti fuori gioco.

Esempi di questo modo di operare ce ne sono molti e sono pure interessanti.
Nei prossimi giorni ne esamineremo alcuni con le loro strategie ed il modo di operare.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

Previous post:

Next post: