La socialità viene premiata, parola di Premio SIM!

giulia lotti

in social network

Questo è un guest post scritto da Giulia Lotti, studentessa universitaria alla Facoltà di Economia di Roma Tre e prossima alla laurea in Economia & Management con indirizzo Marketing.

Lo scorso 12 Ottobre si è svolta la finale nazionale del Premio di Marketing SIM (ex Philip Morris) patrocinato dalla Società Italiana Marketing. Quest’anno l’oggetto della competizione riguardava la redazione di un piano di marketing, con lo scopo di avvicinare i giovani all’offerta dei prodotti previdenziali di INA Assitalia. In particolare si richiedeva di formulare un’efficace strategia di vendita per il PIP Primo della suddetta compagnia.
Insieme ad un mio collega dell’università, Alessio Ancillao, ci siamo classificati al primo posto in quest’importante iniziativa rivolta ai giovani e alle aziende.

premio marketing

Avvicinare i giovani parlando la loro stessa lingua

La nostra fortuna nella redazione del piano di marketing è stato il fatto di rispecchiare in pieno il target di riferimento. Ci rivolgevamo infatti a giovani dai 20 ai 30 anni che fossero sensibili alle tematiche del risparmio e della garanzia di una stabilità economica futura. A seguito di approfondite e puntuali analisi di mercato, condotte attraverso l’utilizzo di sofisticati software statistici, come SPSS, abbiamo formulato le nostre ipotesi di ricerca e su di esse abbiamo basato le nostre strategie di marketing e comunicazione.
Ci siamo resi conto che il parere degli amici esercitava una fortissima influenza sull’intenzione d’acquisto dei giovani, quindi abbiamo deciso di puntare le nostre idee di comunicazione sui social network, fenomeno ormai in crescita impressionate tra noi ragazzi e non solo! In particolare le nostre proposte riguardavano la creazione di una Game App su Facebook e di alcune Special Offers su Foursquare.

Proiettarsi all’età della pensione con una Game App su Facebook

Abbiamo pensato di creare un app collegata alla pagina di Facebook, che consenta, tramite un gioco chiamato “Pensionami”, il calcolo di un preventivo sui prodotti previdenziali con la possibilità di individuare la sede INA più vicina per prenotare un incontro informativo con un agente. Si tratta di una specie di “The Sims” dove l’obiettivo finale non è semplicemente quello di costuirsi la propria casa o una città intera, bensì un solido futuro attraverso il meccanismo dei piani individuali pensionastici (PIP). Lo scopo dell’applicazione è quello di sensibilizzare i giovani utenti riguardo l’importanza di una solida pensione che permetta di vivere in modo agiato durante la vecchiaia, sottolineando il concetto che maggiori saranno i versamenti nel corso della propria vita lavorativa e migliore sarà la condizione economica una volta raggiunta l’età pensionistica.

app ina

Un caffè per parlare di te e di noi, grazie a Foursquare

inaA seguito delle nostre analisi di mercato, ci siamo resi conto che anche la figura del consulente influenzava fortemente l’intenzione d’acquisto del target di riferimento, così abbiamo escogitato un modo per far avvicinare materialmente i consulenti ai giovani. Foursquare ci è sembrato il social network più adatto a questo scopo. Grazie alle Special Offers messe a disposizione da quest’ultimo, abbiamo pensato che ad ogni check-in effettuato nei pressi di un’agenzia INA Assitalia, l’utente potesse beneficiare di un caffè in compagnia del consulente, il quale approfitterebbe del tempo passato insieme al potenziale cliente per prospettargli le offerte previdenziali di INA Assitalia, in particolare il prodotto Primo. Un’ulteriore vantaggio si ha dal fatto che Foursquare è perfettamente collegato anche ad altri social networks, come Facebook e Twitter, quindi ogni geolocalizzazione effettuata dall’utente comparirebbe automaticamente nelle bacheche dove egli è iscritto, generando un enorme effetto sociale tra gli amici dell’utente in questione. In seguito il video, girato da noi con il supporto di altri amici e colleghi, per spiegare visivamente il funzionamento della nostra proposta.

La partecipazione al Premio di Marketing SIM è stata per noi una grande opportunità per applicare sul campo quanto imparato fino ad ora sui libri. E’ stata una grande esperienza che consiglio a tutti i miei colleghi di provare, perchè fa aprire gli occhi su quello che c’è al di fuori delle mura univerisitarie e quello che chiede realmente il mercato.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

giulia lotti

Commenti

comments

  • alessio ancillao

    In aggiunta a quanto detto dalla mia collega Giulia Lotti, vorrei testimoniare quanto sia stato importante partecipare a questo premio. Dal punto di vista formativo è stata un’occasione fantastica per “sporcarsi le mani” con qualcosa che esula dai soliti studi universitari ed avvicinarsi a quello che è il lavoro reale delle aziende! Se devo essere sincero consiglio vivamente a tutti gli studenti di marketing di parteciparvi almeno una volta perchè c’è tanto da guadagnare (imparare) e poco da perdere!

Previous post:

Next post: