Preparatevi per il boom del mobile commerce

mobile commerce

in ecommerce

I segnali che il mobile commerce (m-commerce) stia per prendere un grande abbrivio sono molti e tutti da osservare con grande attenzione.

Ricerca di NetSuite.

NetSuite, un’azienda leader nella costruzione di progetti di ecommerce integrati, pubblica i dati di una ricerca condotta in UK.

I dati principali del rapporto sono

  • L’ 87% dei rivenditori sono ottimisti sulle prospettive di crescita nel prossimo anno, nonostante la volatilità macroeconomica, e la recessione che continua dal 2011.
  • Il m-commerce è destinato a crescere a un tasso del 23% – da  45 miliardi di sterline del 2011  a 56 miliardi di sterline nel 2012.
  • Due terzi (67%)  dei principali retailer britannici ha già una applicazione mobile. La percentuale sale all’ 80% se si includono quelli che prevedono di implementarne una nei prossimi 12 mesi.
  • Le piattaforme migliori per le applicazioni mobili sono iOS (48%), Android (45%).
  • Le più grandi sfide per la distribuzione del mobile commerce sono l’integrazione in altri sistemi e-commerce (38%), la mancanza di budget per sviluppare un sito o un’ applicazione (37%) e la mancanza di comprensione su come offrire una buona esperienza di m-commerce (15 %).

Situazione in Italia.

Il terreno fertile c’è, vista la diffusione degli smartphone in Italia.
Ma ci sono anche aziende che credono molto nel mobile commerce, come PayPal, che già transa in Italia il 48% delle vendite su mobile e che ha un forte programma di investimenti ed incentivi per il 2013.

Non ho dati precisi sulla distribuzione del m-commerce in Italia. Conosco però diverse aziende, soprattutto nella grande distribuzione, stanno costruendo progetti che mescolano online ed offline per garantire una migliore esperienza di acquisto al cliente. Mondo Convenienza ha sviluppato un accordo con PayPal dove il cliente paga un acconto in negozio, riceve la merce in casa con gli addetti al montaggio e leggendo un QR code sul documento di consegna si collega con PayPal per chiudere l’operazione, pagare il saldo e ricevere la conferma del buon fine della transazione.

Creare la giusta esperienza sul mobile.

uso del mobileLa verità è che gli smartphone non sono cercati ed usati per l’acquisto, visto che appare in fondo alla classifica delle potenzialità d’uso. Ma se considerati in una prospettiva win win, tra il consumatore ed il commerciante, hanno enormi potenzialità di sviluppare modi di uso e di interazione ancora tutti da conoscere.

Molto dipende anche dalla capacità dei retailers di adottare e far crescere le migliori applicazioni che collegano consumatori e negozianti.
Penso ad applicazioni come Point Inside che aiuta a risparmiare sulla spesa in punto vendita, evidenziando i prodotti in offerta e all’uso che si può fare di Facebook, sempre nel punto vendita, per evidenziare prodotti, offerte del momento ed occasioni di acquisto.

Be-Wizard 2013

Il più importante evento di web marketing internazionale in Italia è ormai in fase di lancio. Le date previste dovrebbero essere l’8 ed il 9 marzo 2013 a Rimini ed il tema centrale dell’evento sarà il mobile in tutte le sfaccettature e possibilità.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

  • Circa l’interesse da parte dei merchant italiani e le modalità di approccio al mobile commerce c’è la nostra ricerca http://www.dblog.it/public/post/mobile-commerce-anteprima-sulla-ricerca-m-commerce-in-italia-2012-1071.asp , che presenteremo a metà ottobre 🙂

  • Pingback: Preparatevi per il boom del mobile commerce » Kleis Communication Technologies()

  • Mi sembra allora opportuno riportare il ns. comunicato stampa.
    Grazie
    ————————————————-
    Likella e’ la nuova piattaforma loyalty “fai da te”. Con estrema semplicita’, in pochi minuti e gratuitamente, e’ possibile allestire una raccolta punti personalizzata. Il negoziante stampa lo smartposter dal sito ed invita i propri clienti ad iscriversi mediante smartphone. Non serve alcuna applicazione, basta il browser. Ogni cliente puo’ registrarsi tramite Facebook o Google in un click, ed immediatamente visualizza sullo smarphone la propria tessera virtuale.

    Il negoziante a sua volta puo’ leggere la tessera dei clienti mediante il proprio smartphone, tablet o webcam. In questo modo verifica l’identita’ del cliente e puo’ assegnare i punti.

    Inoltre da oggi Likella e’ il primo servizio nel suo genere a sfruttare le potenzialita’ di Passbook, il nuovo sistema di gestione tessere virtuali incorporato da Apple nell’ultima versione del suo noto sistema operativo per smartphone e tablet, iOS 6.

    Da oggi infatti i clienti che si registrano per mezzo di un iPhone o iPad, aggiornati ad iOS 6, in un negozio Likella possono scaricare la tessera virtuale all’interno del loro Passbook in modo da averla sempre comodamente pronta all’uso. Inoltre Passbook propone in automatico la tessera ogni qual volta il cliente si avvicina al punto vendita.

    Questo e’ solo un aspetto degli innumerevoli servizi offerti dalla piattaforma mobile commerce di Likella. I negozianti oltre alla raccolta punti possono interagire con i clienti tramite messaggi privati, vedere il loro profilo sociale pubblico e tenerli aggiornati sulle novita’ e gli eventi del punto vendita.

    Likella offre inoltre la possibilita’ di affiancare tradizionali tessere di plastica a quelle virtuali in modo da soddisfare tutta la clientela a 360 gradi.
    Notevole successo anche per Likella WIFI, un hotspot appositamente integrato alla piattaforma che permette al negoziante di offrire il WIFI gratuito a tutti i clienti che attivano la propria tessera.

    Link
    http://likella.com
    http://about.likella.com/
    http://about.likella.com/upload/pdf/brochure_merchant_ita.pdf

Previous post:

Next post: