Vendere su Amazon: la parità del prezzo di vendita.

parità di prezzo su amazon

in amazon

Amazon cresce nell’interesse degli utenti e dei venditori. Sempre più merci sono aggiunte al catalogo di Amazon, sempre più venditori di terze parti sono presenti su Amazon e l’aumento dell’offerta coincide con una crescita complessiva delle vendite.
E’ importante che i venditori comprendano bene alcune questioni importanti che stanno alla base della filosofia di Amazon.
La comprensione ed il rispetto di queste regole assicura molte vendite ed una lunga permanenza sulla piattaforma.

Parità di prezzo.

Il prezzo è un fattore molto importante per il cliente e lo sforzo principale di Amazon è far trovare il prezzo migliore rispetto a qualsiasi piattaforma.
Se sei già iscritto come venditore su Amazon hai già accettato questo principio ed il tuo sforzo è di rispettarlo, sapendo che Amazon è molto vigile e severa nel farlo rispettare.

Secondo Amazon Services Europe Business Solutions sei libero di scegliere quali prodotti mettere in vendita su Amazon.
E’ però fondamentale che il prezzo di vendita su Amazon non sia superiore al prezzo dello stesso prodotto, per le medesime caratteristiche, che hai in vendita nel tuo ecommerce o in qualsiasi altro marketplace o spazio di vendita a te riconducibile.
Il prezzo di vendita è comprensivo di tutti i costi accessori, comprese le spese di spedizione e qualsiasi altro costo.
Inoltre su Amazon devi garantire la stessa qualità di servizio, tempestivo, professionale e cortese che rendi altrove. Né le informazioni sul prodotto devono essere di qualità inferiore a quanto offerto in altri canali di vendita.

Cosa succede se non si mantiene la parità di prezzo.

Amazon sta monitorando la parità di prezzo paese per paese.Se non mantieni la parità di prezzo, Amazon ti può contattare in qualsiasi momento per metterti in guardia. Il tuo account potrebbe essere sospeso e bloccati i tuoi pagamenti in qualsiasi momento. Tieni presente che qualunque sia il livello delle tue vendite su Amazon, potrebbe non esistare a prendere provvedimenti che impattano anche sulle tue vendite in altri paesi sulla stessa piattaforma.  Chi ha avuto esperienza con eBay, ad esempio, sa bene che queste aziende non guardano in faccia a nessuno in caso di palese violazione degli accordi generali sottoscritti.

Il venditore deve anche sapere che un consumatore può segnalare il prezzo inferiore sul sito del venditore o su eBay in ogni momento, ma che la segnalazione deve sempre essere verificata.

Cosa succede in caso di sospensione.

Il consiglio principale è di fare molta attenzione ai prezzi che si mettono su Amazon. Si vende in funzione del prezzo, i prezzi sono una componente molto dinamica dell’attività di vendita su Amazon ed un controllo continuo della corrispondenza dei prezzi tra le varie piattaforme gestite dal venditore è attività quotidiana.

In caso di sospensione la prima cosa da fare è risolvere gli eventuali problemi di prezzo: per lo SKU incriminato e per l’intero inventario.
Fatta questa operazione si può chiedere il ripristino.

  • Assicurati che tutti i prezzi finali sul tuo sito web e su eBay non siano inferiori ai prezzi che vendi su Amazon.
  • Attenzione alla dicitura “prezzo finale”. E’ il prezzo che comprende gli oneri di spedizione, qualsiasi sconto o promozione, vendita abbinata con omaggio o altra utilità a disposizione.
Altre due considerazioni.
  1. Amazon prende molto sul serio questo elemento fondante della sua strategia di vendita. In caso di dubbio, in fondo a sinistra nella pagina di sellercentral, ci sono le funzioni di aiuto da consultare.
  2. Vendere online è un lavoro. Vendere sul proprio sito e sui marketplace è importante per raggiungere la più vasta clientela. E’ altrettanto importante stabilire regole di vendita rigorose, proposte di vendita efficaci e diversificare i canali secondo le migliori opportunità, affidando a ciascuno tattiche e strategia di vendita coerenti con l’impostazione del canale stesso. In questo modo, non solo si rispettano gli accordi ed i termini di servizio, ma si ottiene il massimo dall’attività di vendita.

Aggiornamento di novembre 2013

Il Bundeskartellamt, l’autorità antitrust che vigila sulla concorrenza in Germania, ha terminato il procedimento nei confronti di Amazon sulla parità di prezzo che cercava di far rispettare le clausole di parità di prezzo sulla sua piattaforma MarketPlace, dopo che la società ha soddisfatto i requisiti stabiliti dall’autorità federale tedesca.

Andreas Mundt , presidente del Bundeskartellamt :

Prima di chiudere il caso volevamo essere sicuri che gli accordi sulla parità di prezzo fossero davvero stati aboliti.  Abbiamo così verificato che la  cancellazione delle clausole di parità di prezzo nelle condizioni contrattuali di Amazon con tutti i venditori sulla sua piattaforma MarketPlace  fosse giuridicamente vincolante  e che Amazon informasse i venditori senza mezzi termini di aver cambiato le condizioni di parità di prezzo. Amazon è riuscita a soddisfare tutti i requisiti. I venditori su Amazon Marketplace hanno già confermato il Bundeskartellamt. Amazon è il più grande rivenditore online e in diretta concorrenza con i venditori sul suo Marketplace.  Le specifiche di prezzo per i propri concorrenti non possono mai essere giustificate, neppure con i vantaggi indiscussi del mercato online. “

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

amazon regole di vendita

Commenti

comments

Previous post:

Next post: