Pro e contro la vendita su Amazon

amazon

in ecommerce

Ormai tutti sanno chi è Amazon. Un grandissimo negozio online, il più grande negozio online, che si basa su tre valori fondamentali: la selezione, il prezzo e la convenienza. Amazon punta ad offrire la più ampia selezione di prodotti, al miglior prezzo possibile, con la miglior esperienza di acquisto e con acquisti ripetuti nel tempo. Anche Amazon commette degli errori in questo processo, è inevitabile, ma per tantissimi aspetti e funzioni, compreso il servizio clienti, è diventato uno standard a cui rifarsi per imitazione.

Molti commercianti puntano a vendere su Amazon e la domanda potrebbe essere: vale la pena vendere su Amazon? Quali sono i pro ed i contro della vendita su Amazon, se sono già un venditore online?

La risposta non può essere banale e parte dalla considerazione della strategia di Amazon. I commercianti che si inseriscono in questa strategia aiutano Amazon ad offrire una selezione più ampia di prodotti, e trovano un motivo per far crescere la loro attività.

Quali sono le tue ambizioni?

  • Se la tua ambizione è grande, se punti a creare la tua compagnia di vendita online, se ritieni di aver un prodotto esclusivo e pensi di crescere negli anni, probabilmente Amazon non ti serve, anche se potrebbe essere un passaggio necessario per misurare la vendibilità dei tuoi prodotti e le tue ambizioni di successo.
  • Se la vendita online è invece uno dei tanti canali in cui piazzare il tuo prodotto, se sei un produttore con diverse linee di prodotto, se riesci a controllare molto bene prezzi di produzione e vendita, allora Amazon può essere una ottima idea.

Vendere su Amazon.

Mentre eBay è  un grande centro commerciale in cui compratori e venditori condividono spazi comuni messi a disposizione da eBay, Amazon ha più l’aspetto del department store in cui il venditore terzo ha un proprio corner. Il merchant, in funzione del prodotto che vende, è quasi un affiliato, una fonte di nuovi clienti. Il cliente compera da Amazon, anche quando prende da un terzo venditore, e la vendita porta un nuovo cliente ad Amazon che lo seguirà per proporgli nuovi acquisti ripetuti, offrendogli la gamma vastissima dei prodotti Amazon e non solo i tuoi prodotti.

Il mio brand.

Amazon coinvolge una mole enorme di traffico. Ma è meglio non illudersi: il cliente su Amazon non cerca il tuo brand di venditore.  Il traffico è di Amazon, l’upsell di Amazon, il cliente ha fiducia in Amazon e tu devi far di tutto per mantenere questo patrimonio di fiducia. Non è Amazon il posto giusto per far crescere il tuo brand di venditore nella testa del cliente.

La struttura dei prezzi.

Amazon non è fatto per venditori che hanno grandi rigidità nella struttura dei prezzi. Il prezzo di vendita è determinante. Vendere su Amazon costa un diritto fisso mensile ed una commissione sulla vendita. C’è da dire che, a conti fatti, vendere nel proprio ecommerce sembra, ma non è,  molto più conveniente. Quelli che tu vedi come costi fissi ben espressi su Amazon, sono costi che spesso non calcoli e non valuti nel tuo ecommerce e, comunque. non ci sono vendite senza che sia un investimento in promozione.

Resta sempre vero che se hai margini molto bassi la vendita su Amazon non è fatta per te, ma forse nemmeno la vendita online in genere….

Rapporti con i clienti.

Amazon è bravissimo nel costruire rapporti duraturi con i clienti e due terzi delle vendite arrivano da acquisti ripetuti. E’ Amazon che possiede il rapporto con il cliente e, anche se fai delle offerte ai clienti che hanno comperato i tuoi articoli su Amazon, la forza, l’assortimento e la credibilità di Amazon ti sovrastano.
Se usi il servizio di FulFillment -la tua merce è in deposito da Amazon ed Amazon consegna- non hai alcun rapporto con il cliente finale. Ma  se il tuo prodotto fosse unico ed irripetibile, dove sta il problema? Amazon diventa un tuo cliente online che distribuisce i tuoi prodotti.

Semmai il problema si pone per chi non è un produttore.
La tua vendita su Amazon aiuta il colosso ad identificare nuovi mercati e nuovi nicchie senza rischiare molto, e se il tuo prodotto vende bene, hai appena detto ad Amazon dove investire.
Ma anche questo fa parte del grande gioco e della strategia di vendita.

Conclusioni.

La gran parte dei commercianti che vende su Amazon è contenta di farlo. Nei paesi dove Amazon è consolidato, rappresenta circa il 30% delle vendite e per molte aziende è una buona strategia per vendere online. Ma è necessario riconoscere che tu sei il fornitore del prodotto e può generare un buon flusso di vendite, ma non è per tutti e devi sempre fare i conti sulla profittabilità della tua presenza online.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

chi e amazon, chi vende su amazon, amazon venditore, amazon ha tutto originale?, regole fornitore di amazon, differenza acquisto amazon o venditore, costi vendita su amazon, contabilita vendite su amazon, comprare su amazon commenti, COME VENDERE SU AMAZON CON SUCCESSO

Commenti

comments

Previous post:

Next post: