Pro e contro la vendita su Amazon

amazon

in ecommerce

Ormai tutti sanno chi è Amazon. Un grandissimo negozio online, il più grande negozio online, che si basa su tre valori fondamentali: la selezione, il prezzo e la convenienza. Amazon punta ad offrire la più ampia selezione di prodotti, al miglior prezzo possibile, con la miglior esperienza di acquisto e con acquisti ripetuti nel tempo. Anche Amazon commette degli errori in questo processo, è inevitabile, ma per tantissimi aspetti e funzioni, compreso il servizio clienti, è diventato uno standard a cui rifarsi per imitazione.

Molti commercianti puntano a vendere su Amazon e la domanda potrebbe essere: vale la pena vendere su Amazon? Quali sono i pro ed i contro della vendita su Amazon, se sono già un venditore online?

La risposta non può essere banale e parte dalla considerazione della strategia di Amazon. I commercianti che si inseriscono in questa strategia aiutano Amazon ad offrire una selezione più ampia di prodotti, e trovano un motivo per far crescere la loro attività.

Quali sono le tue ambizioni?

  • Se la tua ambizione è grande, se punti a creare la tua compagnia di vendita online, se ritieni di aver un prodotto esclusivo e pensi di crescere negli anni, probabilmente Amazon non ti serve, anche se potrebbe essere un passaggio necessario per misurare la vendibilità dei tuoi prodotti e le tue ambizioni di successo.
  • Se la vendita online è invece uno dei tanti canali in cui piazzare il tuo prodotto, se sei un produttore con diverse linee di prodotto, se riesci a controllare molto bene prezzi di produzione e vendita, allora Amazon può essere una ottima idea.

Vendere su Amazon.

Mentre eBay è  un grande centro commerciale in cui compratori e venditori condividono spazi comuni messi a disposizione da eBay, Amazon ha più l’aspetto del department store in cui il venditore terzo ha un proprio corner. Il merchant, in funzione del prodotto che vende, è quasi un affiliato, una fonte di nuovi clienti. Il cliente compera da Amazon, anche quando prende da un terzo venditore, e la vendita porta un nuovo cliente ad Amazon che lo seguirà per proporgli nuovi acquisti ripetuti, offrendogli la gamma vastissima dei prodotti Amazon e non solo i tuoi prodotti.

Il mio brand.

Amazon coinvolge una mole enorme di traffico. Ma è meglio non illudersi: il cliente su Amazon non cerca il tuo brand di venditore.  Il traffico è di Amazon, l’upsell di Amazon, il cliente ha fiducia in Amazon e tu devi far di tutto per mantenere questo patrimonio di fiducia. Non è Amazon il posto giusto per far crescere il tuo brand di venditore nella testa del cliente.

La struttura dei prezzi.

Amazon non è fatto per venditori che hanno grandi rigidità nella struttura dei prezzi. Il prezzo di vendita è determinante. Vendere su Amazon costa un diritto fisso mensile ed una commissione sulla vendita. C’è da dire che, a conti fatti, vendere nel proprio ecommerce sembra, ma non è,  molto più conveniente. Quelli che tu vedi come costi fissi ben espressi su Amazon, sono costi che spesso non calcoli e non valuti nel tuo ecommerce e, comunque. non ci sono vendite senza che sia un investimento in promozione.

Resta sempre vero che se hai margini molto bassi la vendita su Amazon non è fatta per te, ma forse nemmeno la vendita online in genere….

Rapporti con i clienti.

Amazon è bravissimo nel costruire rapporti duraturi con i clienti e due terzi delle vendite arrivano da acquisti ripetuti. E’ Amazon che possiede il rapporto con il cliente e, anche se fai delle offerte ai clienti che hanno comperato i tuoi articoli su Amazon, la forza, l’assortimento e la credibilità di Amazon ti sovrastano.
Se usi il servizio di FulFillment -la tua merce è in deposito da Amazon ed Amazon consegna- non hai alcun rapporto con il cliente finale. Ma  se il tuo prodotto fosse unico ed irripetibile, dove sta il problema? Amazon diventa un tuo cliente online che distribuisce i tuoi prodotti.

Semmai il problema si pone per chi non è un produttore.
La tua vendita su Amazon aiuta il colosso ad identificare nuovi mercati e nuovi nicchie senza rischiare molto, e se il tuo prodotto vende bene, hai appena detto ad Amazon dove investire.
Ma anche questo fa parte del grande gioco e della strategia di vendita.

Conclusioni.

La gran parte dei commercianti che vende su Amazon è contenta di farlo. Nei paesi dove Amazon è consolidato, rappresenta circa il 30% delle vendite e per molte aziende è una buona strategia per vendere online. Ma è necessario riconoscere che tu sei il fornitore del prodotto e può generare un buon flusso di vendite, ma non è per tutti e devi sempre fare i conti sulla profittabilità della tua presenza online.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

chi e amazon, chi vende su amazon, amazon venditore, al gignate vendono i buoni amazon, vendere abbigliamento su amazon, dove vedo il conto amazon, conviene vendere su amazon?, contabilita vendite su amazon, comprare su amazon commenti, chi compra su amazon

Commenti

comments

  • Pingback: Pro e contro la vendita su Amazon » Kleis Communication Technologies()

  • eleonora

    salve mi hanno levato l’account ebay mi consiglia il miglior sito per vendere dopo ebay grazie distinti saluti eleonora

    • Amazon è un ottimo sito per vendere. Come tutti i marketplace ha regole molto ferree ed una struttura delle commissioni che vengono trattenute sulla vendita. Tecnica e strategia sono diverse da eBay.

      • Anonimopersicurezza

        Chi vuole sapere davvero cosa si cela dietro amazon mi scriva senza problemi , conosciamo tutto , tutti i retroscena e tutto il macabro piano , cappellotto ha tutta la nostra stima , ma in questo caso mi duole dirlo ma non sa nemmeno di che demone tratta , e non sono parolone .

  • Claudia

    Io mi permetto di consigliarle gooutlet in quanto il costo annuale è molto competitivo e soprattutto più economico rispetto ad ebay ed amazon, ma cosa più importante non c’è alcuna commissione o percentuale sul venduto. A me piace molto, mi trovo bene per la sua semplicità e anche per me che sono alle prime armi è stato facile grazie alla grafica molto intuitiva, inoltre il riscontro delle vendite è fino ad ora positivo. Saluti

  • VITTIMADI AMAZON

    NON VENDETE SU AMAZON VI BLOCCANO L’ACCOUNT ALL’IMPROVVISO SENZA MOTIVO NESSUN SUPPORTO VENDITORE NULLA!! E’ 1 MESE CHE CERCO DI METTERMI IN CONTATTO CON VOI
    NESSUNA RISPOSTA AL CALL CENTER PERSINO HANNO NEGATO L’ESISTENZA DI UN SUPPORTO VENDITORI

    HO L’ACCESSO AL PORTALE a CHIUSO 27.000€ E PIU’ EURO BLOCCATI CHE DIMINUISCONO OGNI GIORNO PERCHE’ AMAZON “ARBITRARIAMENTE” DECIDE DI RIMBORSARE I CLIENTI SENZA CHE IO NE SAPPIA IL MOTIVO E SENZA CHE IL PRODOTTO MI VENGA RESTITUITO E IN TUTTO QUESTO RICEVO ANCHE LE EMAIL DEI CLIENTI CHE MI RINGRAZIANO POICHE’ HANNO TRATTENUTO IL PRODOTTO E HANNO RICEVUTO IL RIMBORSO COSI’ DA AVERE IL PRODOTTO GRATIS.

    CREDO CHE SIA UN CASO DA PRIMA PAGINA DI QUOTIDIANO ESIGO ESSERE CONTATTATO ALTRIMENTI MI ATTIVERO’ CON TUTTE LE MIE FORZE E LE MIE CONOSCENZE CONTRO DI VOI!

    LAVORO CON PIXMANIA.COM E SONO SERI E SOPRATUTTO RISPETTANO IL VENDITORE E NON SOLO IL CLIENTE CHE SI LAMENTA A VOLTE GIUSTO PER PASSATEMPO!!

    • Nessuno

      io ho il numero +353 (1) 234 5 mi ci ha chiamato oggi l’assistenza clienti, se puo’ servire.. per fortuna io ne sono uscita..

  • Enrico

    Concordo con te Vittimadi Amazon. Non vendete su Amazon.
    Conto bloccato, ordini rimborsati ai clienti ed articoli non ritornati a me venditore.

    Se c’è un problema amazon decide sempre a favore del cliente.
    Conto chiuso, per fortuna con poco più di mille euro solamente.

    Ovvio che amazon da grande visibilità ma poi devi stare sempre e comunque alle regole sue anche quando queste non sono giuste e nemmeno logiche.

    Consegni in ritardo perchè il corriere a pasqua è fermo? Cliente rimborsato, il giorno dopo ha ricevuto il prodotto dal corriere ed io non ho ne soldi ne articolo.
    Consegni in tempo ma poi il cliente vuole rendere l’articolo dopo più di un mese? Faccio ricorso e dopo 4 mesi amazon preleva 700 euro dalla mia carta per rimborsare il cliente che nel frattempo ha usato il prodotto e nemmeno me l’ha reso.
    Il cliente ordina e poi decide che non vuole l’articolo? Te lo devi riprendere e rimborsare il cliente punto e basta.

    Potrei continuare all’infinito.
    Io ho deciso di abbandonare Amazon e sviluppare altri canali.

    So che non sarà facile ma non intendo essere schiavo di amazon e nemmeno di perdere anche soldi in favore di Amazon.

  • ma vorrei sapere se ce un altro sito in cui si può vendere e anke dove nn ce bisogno di pagare ogni mese?

    • Commento

      Credo che in primavera uscirà un altro sito come i colossi attuali dove poter pubblicare i propri prodotti sempre autonomamente, ho letto in alcuni forum che parlavano addirittura di una piattaforma dove i costi saranno minori e le percentuali sulle vendite saranno standard e più basse..

  • ah vittimadiamazon xk nn vai a striscia la notizia o alle iene?

  • Enrico

    Da gennaio ancora Amazon non mi ha pagato.
    Dopo aver bloccato il mio conto, ha tentato di prendersi comunque le fees mensili per l’abbonamento di vendita su Amazon (per fortuna che la mia carta è scaduta a fine gennaio) pur non potendo vendere niente in nessun paese.
    Io ho consegnato tutti gli ordini che erano rimasti non evasi nel giro di qualche giorno, pagando gli articoli ai miei fornitori ma loro ancora niente.
    I clienti che hanno ordinato i MIEI articoli hanno già pagato Amazon da mesi, io ho già pagato i miei fornitori da mesi ma di soldi ancora neanche l’ombra.

    Come già detto non mi interessa più vendere su Amazon e non lo utilizzerò di nuovo.
    Voglio solo ciò che mi spetta ma non sembra essere possibile.

    Vediamo come va a finire.

    Il mio problema è che è difficile trovare altri venditori che hanno avuto problemi, non tutti vanno alla ricerca di forum o altri posti dove condividere le proprie esperienze ed inoltre il controllo di Amazon è molto fitto per queste cose (ci tengono ad essere innocenti verginelle).

    Qui non si tratta di striscia o iene, qui si tratta di fare una class action o di avere i soldi con gli interessi visto che li trattengono anche per 6 mesi.

    • Non conosco il caso specifico né da cosa origina. Vendere su marketplaces o su Amazon implica regole e condizioni di uso che vengono liberamente accettate al momento della sottoscrizione. Se poi uno ritiene di essere vittima di una ingiustizia ha il diritto di far valere la propria opinione presso una autorità terza con il potere di giudicare. Mi permetto però di dubitare che organizzazioni strutturate come Amazon agiscano in spregio delle leggi.

      • guido

        caro sig. giovanni, la ringrazio vivamente per questa risposta data al sig. Enrico… mi ha dato modo di capire un po il tutto e mi ha fatto aprire occhi, orecchie e tener ben stretto chiuse le natiche!…. stavo appena per iniziare il rapporto di vendita con amazon…. ma con questa graditissima risposta, da venditore mi son sentito un pezzo di m…!!! senza (ancora) iscrivermi..!!! figuriamoci dopo!!!… grazie infinite.

  • isa

    stavo pensando di iniziare a vendere su amazon ma dopo queste pessime recensioni , non ci penso proprio , nonostante il CAPPELLOTTO venduto di turno

    • Io guarderei alla sostanza. Ci sono moltissime aziende che vendono con soddisfazione su Amazon e se fossi un venditore non mi lascerei scappare delle opportunità di vendita.

  • Nessuno

    Se invece sapete cosa è successo a me roba da matti!!! Volevo denunciarli ma come si fa ade essere tanto maleducati?! Apro l’account, vendo prodotti per la cura della persona. Scrivo per chiedere l’abilitazione. Invece di avere una risposta tale Tanja mi fa copia incolla della pagina di aiuto. Lascio valutazione negativa sull’aiuto ricevuto e chiedo di nuovo “per favore invece di fare un copia incolla potrebbe esaminare il mio caso e dirmi cosa devo fare?”. Al che mi risponde stizzitissima che lei ha fatto il suo lavoro e non meritava una valutazione negativa (cioè, già questo non va bene, lei vede le mie valutazioni?! che IO ho mandato da Amazon? che dovrebbe essere privata???!) e mi risponde quasi che sono stupida, perché io avrei dovuto DEDURRE che l’abilitazione non me la danno perché sono una nuova cliente (DEDURRE). Nel frattempo avevo chiesto l’abilitazione e tale Amedeo P. mi dice che i casi verranno uniti e mi da’ un link. Clicco sul link e non mi fa entrare perché io non sono autorizzata. Rivado sul vecchio caso e chiedo “l’email che mi avete mandato era vuota con solo un link dove non posso entrare, potete per favore rispondermi qui?”. Mi risponde Amedeo P. di nuovo che io devo cliccare sul mio account — gestione casi e leggere lì la mia risposta (se ci avete provato sapete che anche questo collegamento NON ESISTE) e che riaprire questo caso “NON GIOVA ALLA MIA APPLICAZIONE”, che comunque era stata respinta (ho DEDOTTO eh!).
    Quindi oltre gli insulti cortesi ricevuti non sono stata abilitata perché non ho esperienza di vendita, ma non posso fare esperienza di vendita perché non mi abilitano. Pretendono che uno venda cosa, l’aria fritta per fare esperienza?? Io vendo solo quello! Che caspita vendo per fare esperienza?? Ma per FORTUNA che stavo per fare l’upgrade e pagare!! Mi avrebbero ciucciato 45€!!

    Fanno schifo, fa schifo il sistema che ti spinge ad essere disonesto (mettevo in vendita i miei articoli in altre categorie volendo e truffavo di fatto se volevo raggiungere i loro PARAMETRI ma io mi ritengo onesta) ed in più ti rispondono con i copia incolla e se scrivi per delucidazioni di trattano con superiorità, come se fossi scemo! Oh ma chi si credono di essere questi?

    Servizio clienti pessimo, maleducati e sistema disonesto fino all’osso.. dammi la possibilità, poi se non raggiungo i tuoi parametri mi butti fuori, no?!

    Do i miei soldi ad altra gente per quanto mi riguarda, almeno li fanno schifo ma non mi trattano come una cacca.. scusate ma vi posterei le email che mi hanno scritto.. educazione zero, maleducazione ben celata da buone maniere finte “ed inoltre le faccio notare che riaprire questo caso non giova alla sua applicazione!”, ma che caxxo vuol dire? Perché chiedo info? TU mi penalizzi??? Scommetto che sul uk non mi trattano così, vendo all’estero da una vita e ogni volta che tento con l’Italia me ne pento.. mah.. venditore perso e cliente persa per quanto mi riguarda..

  • Michele

    Chiunque voglia sapere la realtà di amazon ma quella vera mi contatti , infomiikooz@gmAil.com

  • Antonio

    Salve a tutti, sono un ebayer professionale da alcuni anni, ho alcuni negozi e vendo abbastanza bene, le regole su ebay ci sono, alcune giuste altre errate, personalmente non condivido la strategia di tutela 0 del venditore ma se si sottoscrive un contratto si accettano e quindi si rispettano.
    Ora vorrei aumentare il mio volume d’affari e stavo pensando di andare anche su Amazon, il problema è che leggendo tutte queste recensioni negative mi sto scoraggiando, quindi vorrei sapere da qualcuno più esperto, quali sono le differenze per un vendiotre tra ebay e amazon?
    GRAZIE

  • Alessandra

    volevo iscrivermi anch’io in questi giorni ma ho visto quello che avete scritto e penso di non farlo più…..sono anche titubante sul fatto di acquistare…..e acquistavo parecchio….!!!!!!!! ma vedo che sulla mail in cui la gente ha il conto bloccato con 6/10/20.000€ il Sig. Giovanni Cappellotto non da una risposta…….vorrei sapere se è vero che aspettano questi soldi…..

  • Francesco Corky Bonaccio

    io sono stato. su amazon facevo tanti affari. .
    solo che tutelano. piu’i clienti che. il rivenditore che metto la propia merce su amazon.
    un esempio.io vendevo anche in francia inghilterra germania e spagna .
    in italia. quando. ci sono le feste non bisogna lavorare con amazon ,perche’se ritardano i corrieri per ritardo consegne. amazon sospende account come e’successo. con me .
    il bello. che quando ti sospende. non ne puoi aprire un altro di account. riescono a chiuderlo di nuovo .
    per dei clienti che hanno messo negativita’nelle consegne dei prodotti io non sono riuscito piu’a vendere su amazon.

Previous post:

Next post: