La gestione dei prezzi sul tuo e-Commerce

la politica dei prezzi in un ecommerce

in ecommerce

In molti ecommerce si impostano i prezzi prima di andare online e poi l’attività è dimenticata per lungo tempo. Ci si ricorda poi dei prezzi quando cambiano alcuni fattori esterni, cresce il prezzo di acquisto oppure variano le aliquote iva.
Ci si dimentica che una corretta gestione dei prezzi ha un rapporto diretto con  i profitti del tuo ecommerce.
Nelle grandi aziende il prezzo di vendita è spesso considerato come il dominio di poche persone che lo fissano in modo assoluto.
Quando però si domanda a cosa deve servire il prezzo di vendita, le risposte che arrivano dalle diverse funzioni aziendali rischiano di essere divergenti e si capisce come fissare, muovere, aumentare e diminuire i prezzi di vendita, sia un aspetto strategico di grandissima importanza.

Trasparenza con i clienti.

Bisogna essere trasparenti con i clienti e se i costi aumentano,  i prezzi di vendita dovrebbero essere aumentati e si pone un bel problema di comunicazione. Non si dovrebbe mai giustificare un aumento dei prezzi con il semplice mantenimento del proprio margine. Per ogni aumento ci saranno sicuramente clienti che protesteranno e che scriveranno. Va mantenuto un buon servizio clienti e va spiegato l’aumento.

Differenzia le versioni dei prodotti.

Ogni aumento dei prezzi conduce malumore. Il primo a manifestare il malumore sei tu nei confronti del tuo fornitore, quando leggi il nuovo listino.
Un aumento dei prezzo può essere giustificato dalle caratteristiche migliori della nuova versione. I miglioramenti devono essere spiegati nella descrizione del prodotto. E la versione precedente può avere uno sconto o una promozione per eliminare lo stock esistente.
Ma anche la promozione di questo articolo, può rafforzare la percezione della nuova qualità dell’articolo con il nuovo prezzo.

Vendite abbinate.

Se possibile, offri delle vendite abbinate sul nuovo prezzo. La percezione dell’aumento di prezzo è diluita quando l’offerta comprende due o più oggetti complementari. L’offerta deve essere ben presentata e definita nella sua durata.

Offri nuovi servizi a valore aggiunto.

In altre occasioni possono essere aggiunti al prodotto in vendita nuovi servizi come garanzie aggiuntive, consegne immediate, servizi personalizzati di imballaggio, servizi personalizzati come biglietti e pacchi regalo.
Le garanzie aggiuntive sono molto importanti, perché se è vero che oggi un prodotto nuovo non ha bisogno di costose riparazioni fino alla data di normale copertura della garanzia, è anche vero che una buona garanzia aggiuntiva mette sicurezza e fa dormire sonni tranquilli al tuo cliente.
Il corollario che le promesse vanno mantenute non ha bisogno di essere sottolineato.

Controlla la concorrenza

Tieni sempre sotto controllo la concorrenza e cerca di capire le loro strategie.  Non scendere in guerre di prezzo se non hai le capacità economiche di sostenerle. Cerca sempre una strada diversa per differenziare il tuo prodotto.
Ricorda anche, a titolo generale, che un abbassamento del tuo prezzo in una guerra dei prezzi abbassa anche la percezione di valore del prodotto e che non è semplice alzare un prezzo dopo che lo si è abbassato.

Segmenta e controlla i tuoi clienti.

Devi conoscere i tuoi clienti e sapere i loro interessi e le loro motivazioni di acquisto. Soprattutto se lavori con prodotti che hanno vendite ripetute agli stessi gruppi di clienti, puoi testare l’aumento di un prodotto provandolo su un gruppo di clienti che è fortemente motivato all’acquisto di quel particolare prodotto. In questo modo hai sicuramente un buon feedback.

fonti di questo post:
Consumer Reports is Wrong about Extended Warranties
6 Ways to Increase Prices on Your Ecommerce Site

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

cosa vendere online, newsletter comunicazione aumento prezzi

Commenti

comments

Previous post:

Next post: