Come portare in negozio un cliente online e viceversa?

portare clienti in negozio

in web marketing

Cresce il numero delle richieste di clienti che hanno un negozio e vogliono aprire un canale online. E’ naturale che pongano sempre molte domande: come faccio a vendere online, come serve, come funziona. Ma non pongono mai la domanda più precisa: come faccio a continuare l’esperienza del cliente con il mio marchio tra il mio negozio ed il mio sito?

I consumatori non sono solo attaccati alla rete con il pc a casa e nel luogo di lavoro, ma sono connessi in ogni istante.  Cominciano ad accettare messaggi di marketing su Twitter e più ancora su Facebook e gli sforzi di marketing di un negoziante dovrebbero essere meno sul singolo canale di vendita e più per avere una presenza in ognuno dei canali, sapendo anche che il disimpegno di un consumatore è ad un tocco di distanza sullo smartphone.

Come si fa quindi a continuare l’esperienza del cliente tra il negozio ed il sito online?

Usare i social media per creare delle call to action.

Creare contenuto condivisibile non dovrebbe fermarsi al web. Perché non incoraggiare lo shopper in negozio a condividere foto o informazioni sui prodotti? Perché non usare i QR code in negozio per guidare gli acquirenti ad una pagina oppure per pubblicare una foto del prodotto? Sono tutte possibilità chhe il venditore crea per continuare la conversazione con i clienti, sia che comperino in negozio, oppure escano. L’upsell potrebbe avvenire a casa, dopo aver acquistato un capo in negozio, ad esempio.

QR code

I QR potrebbero fornire ulteriori informazioni. Un fenomeno che esiste e prende piede si chiama showrooming. Capita quando il cliente naviga il negozio tradizionale, passeggia tra gli scaffali, guarda e poi compera online. Per evitare questa situazione dovresti fornire commenti precisi e recensioni sui prodotti via QR Code. E’ inutile che tu mandi il cliente a cercare opinioni e recensioni fuori dal negozio, falle trovare in negozio usando i QR Code.

Abbonarsi alle mail in negozio.

I metodi per raccogliere le mail sono tanti, dalla carte e penna alla cassa ai metodi digitali più avanzati. Bisogna però sapere che le liste, per essere efficaci, non devono essere di scarsa qualità. La richiesta potrebbe essere fatta alla cassa evitando lunghe richieste di dati imbarazzanti. E’ importante avere un personale di vendita ben educato e formato nella richiesta. Questo vale quando si comunica il valore di aderire al programma di posta elettronica, per avere premi e programmi di fidelizzazione. 
Il personale deve essere addestrato a comunicare rapidamente ciò che il cliente può aspettarsi dopo aver firmato,  sia in termini di frequenza e-mail che dei tipi di messaggi di posta che riceverà.

Fornire molte opportunità.

Se  i canali sociali ed il  mobile sono stati promossi in tutto il negozio, l’e-mail è quasi sempre promossa esclusivamente alla cassa.Devi dare ai tuoi clienti molteplici possibilità di firmare includendo la messaggistica in tutto il negozio. Questo può essere fatto utilizzando i codici QR che puntano a forme di opt-in.

Non dimenticare che viviamo un grande cambiamenti nel comportamento di acquisto dei consumatori e l’ubiquità garantita dagli smartphone può comportare impegno e vendita, ma anche un rapido disinteresse a favore di un acquisto da un’altra parte  (online ed offline). Devi imparare quindi a strutturare il tuo negozio e ad estendere anche nell’offline le pratiche che usi con successo sul tuo sito.

servizi

Come possiamo aiutarti ?

Se ti interessa far crescere la tua attività online, renderla più profittevole, contattaci per una consultazione iniziale.

contattaci ora

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Commenti

comments

Previous post:

Next post: