10 domande da rispondere prima di rifare il sito web.

rifare il sito web

in ecommerce

E’ normale che si arrivi ad un punto che si ha voglia di rifare il proprio sito web, perché ci si stanca di vederlo sempre uguale, perché i dati ci dicono che si può migliorare, perché si vuole attivare una nuova funzione, perché si vede un concorrente con un layout migliore..

E così si arriva alla grande decisione: rifaccio tutto!

L’occasione è troppo importante perché si limiti alla sola riorganizzazione della grafica e dovrebbe essere un momento di riflessione sulla riuscita generale del tuo sito web e sugli obiettivi, previsti e raggiunti e sui nuovi obiettivi da porsi.

1 – Cosa funziona male oggi nel mio sito?

Impossibile rispondere bene a questa domanda se non si analizzano in dettaglio i dati di Google Analytics. Quali sono le pagine di entrata con un alto bounce rate? Quali sono le pagine principali di accesso e quali di uscita ? Perché ? Nel processo di conversione del cliente quali sono le tappe che fermano il visitatore nel suo avanzare verso l’acquisto o la conversione prevista ? Quali sono i processi poco efficaci ?

2 – Cosa funziona bene oggi nel mio sito ?

Tutto quello che funziona bene identifica le buone pratiche che devono essere conservate, perché è impossibile che tutto nel sito funzioni male…

3 – Cosa interessa ai miei visitatori quando arrivano sul mio sito ?

E’ innegabile che tutti i siti abbiano un obiettivo e che l’obiettivo del sito sia vendere: vendere un prodotto, un servizio, una marca, una consulenza…
Per quanto bella sia la grafica di un sito nessuno compera un prodotto per il carattere con cui si scrive, per il bordo della foto se tutti questi elementi non si raccordano al suo interesse.
E’ quindi opportuno definire le figure principali, le caratteristiche salienti del tuo visitatore. Da quali sorgenti di traffico arrivano i visitatori sul sito ? Come navigano nel sito ?

4 – Come fare delle modifiche senza perdere i visitatori fedeli ?

Questo è davvero un bel tema, perché le persone sono abitudinarie, non amano i cambiamenti drastici. Il visitatore ricorrente è abituato ad un tipo di navigazione, a trovare le cose in un certo modo, con certi automatismi e la sfida è rifare il sito web mantenendo la soddisfazione del visitatore fedele senza perderlo.

5 – Devo rifare l’architettura dei contenuti ?

Cambiare il design grafico del sito implica, inevitabilmente, una decisione profonda sui contenuti e la loro organizzazione. E’ il momento di ottimizzare la struttura dei contenuti: negli anni hai sicuramente aggiunto, tagliato, lavorato in corso d’opera, senza alcuna riflessione vera per organizzare e dare priorità alle informazioni.
Ora è il momento opportuno per operare questa riflessione. 

 6 – Qual’è la mia posizione rispetto ai concorrenti ?

Non te lo dice Google Analytics. Devi tener conto che la dimensione competitiva esiste e devi studiare cosa fanno i tuoi concorrenti, i loro punti di forza e di debolezza.

7 – Com’è cambiato il mio modello di business ?

Il design del sito web può cambiare e può anche cambiare il modello di business. Se questo modello è cambiato, è diventato altro rispetto a prima, come posso far riflettere questo nuovo modello nell’immagine di marca del mio nuovo sito ?

8 – Come devo gestire il redirect dal vecchio al  nuovo sito ?

Rivedere il proprio sito può essere rischioso, soprattutto se la riprogettazione interesserà la struttura degli URL. E’ da sapere che un cambiamento può causare una diminuzione del traffico dovuto principalmente a due motivi principali:

  • I navigatori che hanno messo alcune pagine del tuo sito tra i preferiti non le vedranno più. Troveranno una pagina 404 ed abbandoneranno il sito.
  • Tutte le pagine precedentemente apparivano in una buona posizione nei motori di ricerca reindirizzerano ad una pagina 404 con una significativa perdita di traffico. 

Per evitare la sindrome degli URL morti, devi fare un redirect 301 di tutte le pagine verso i nuovi URL del tuo sito web riprogettato.

9 – Rifaccio tutto o miglioro l’esistente ?

Cancellare tutto, brasare il sito, solo per il desiderio di cambiare, diventare allergici all’esistente solo per vederlo ogni giorno uguale, cambiare per cambiare, è un errore da evitare.
Riprendi in mano tutti i ragionamenti precedenti e arriva a delle conclusioni.

Rifare  il sito è opportuno se:

  • il mio progetto risale a molti anni fa e non è mai stato aggiornato;
  • le tecnologie e le operazioni adottate sono ormai obsolete ed intaccano le perfomance del mio sito, dell’e-commerce;
  • il design attuale non riesce a migliorare il tasso di conversione;
  • i concorrenti hanno tutti rifatto il loro sito, guadagnano una migliore immagine presso i clienti ed il tuo business ne soffre:

10 – Come promuovo il nuovo sito ?

Qui siamo sempre ad un punto cruciale. Le buone idee hanno bisogno di mezzi adeguati ed una parte dei mezzi deve essere destinata alla promozione.

 


 

 

Se hai necessita di metter a punto il tuo ecommerce, contattami per una consultazione iniziale senza alcun impegno.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Questo post è stato trovato con:

domande impossibili da rispondere

Commenti

comments

Previous post:

Next post: